La spietata legge di Pizzarotti: multato il ciclista finito in coma

L'uomo è caduto per una buca, ma non era sulla ciclabile. Ira dei familiari

La spietata legge di Pizzarotti: multato il ciclista finito in coma

Cade in bici, va in coma e viene multato perché non è sulla ciclabile. Tutto come da codice della strada anche se a causare la caduta sono state le buche del manto stradale di Parma.

Buche che il sindaco Federico Pizzarotti (nella foto) non riteneva una priorità, nonostante la lettera aperta della figlia del ciclista: «Se le buche non sono una priorità, sindaco, venga a vedere nostro padre in coma». Buche che invece oggi scalano la lista delle urgenze al punto che il Comune si è da poco dotato di una app per ricevere live le segnalazioni.

Sembrerebbe un lieto fine ora che anche il ciclista è uscito dal coma. Il risveglio però è stato contestuale alla consegna della multa. La famiglia del ciclista ha scritto di nuovo, questa volta al consigliere di Parma unita, Roberto Ghiretti, per raccontare di questa strana sensibilità grillina. Il Comune si dice «vicino alla famiglia» ma di togliere la sanzione non se ne parla. Eh si, che il sindaco si muove spesso in bici. Si vede che sa come evitare le buche più dure.