Le stanze più belle sono «Sotto le stelle», a Picinisco. Premio Guida Touring 2014

Scelte le suites dell'«albergo diffuso» a 5 Stelle in un paesino della Val di Comino, creato nel 2012 dal figlio di emigranti in Scozia, Cesidio Di Ciaccia, che è tornato alle sue origini per valorizzare la terra dei suoi avi

La storia di Cesidio Di Ciacca è la storia di un amore per la terra italiana che viene premiato.
Lui è un importante manager scozzese, figlio di emigranti, che non ha dimenticato le sue origini e ha voluto tornare nel paese dei suoi genitori e dei suoi antenati per valorizzarlo.
Lo ha fatto creando nel 2012 uno straordinario albergo diffuso che si chiama «Sotto le stelle». É nella piccolissima e incantevole Picinisco ( Frosinone), che domina la Val di Comino densa di storia e natura, a metà strada tra Roma e Napoli e ai limiti del parco nazionale d'Abruzzo.
Oggi questa struttura a Cinque stelle davvero unica ha ottenuto il «Premio stanze italiane» nella XXIa edizione della storica Guida Touring Alberghi e Ristoranti d'Italia 2014, curata da Luigi e Teresa Cremona, che sarà in libreria il 6 novembre.
L'hotel ha ristrutturato l'expalazzo vescovile costruito sulle mura fortificate dell'anno Mille, strasformandolo in una serie di suite di lusso di varia grandezza, una diversa dall'altra, con mobili antichi accanto a modernissimi servizi e raffinate rifiniture. Il tutto esaltato da un panorama mozzafiato sulla valle.
Un pezzo del paese, insomma, con le sue stradine, le sue scale, le sue nicchie, i suoi archi di pietra, si trasforma in una struttura alberghiera caratterizzata da estrema eleganza e dal carattere caldo e familiare degli ambienti d'epoca.
Le finestre sembrano quadri, i balconi fanno pensare ai posatoi dei falchi, il giardino a terrazze su diversi livelli degrada nella valle.
Le suites premiate si chiamano « Le Rondini», «I Viaggatori», «I Pastori», «Gli Scrittori», «I Modelli», «L'Abate » e ognuna è caratterizzata da sculture di bronzo, rifiniture di legno, oggetti e quadri sul tema. In particolare, bellissime fotografie in cui è protagonista la Val di Comino.
Cesidio e sua moglie Selina Di Ciacca ( che fanno la spola da Edinburgo a Picinisco) , insieme a pochi ed entusiasti collaboratori come il concierge Daniele Venditti, Dina Maraone, Maddalena Cervi e il bravissimo architetto Assunta D'Andria, hanno messo tutto il loro entusiasmo e la loro professionalità per fare di questo un rifugio particolare che merita di essere scoperto.
In piena sintonia con la filosofia dell'albergo diffuso, «Sotto Le Stelle» ha scelto di far rivivere il centro storico del paese e di non staccarsi da esso.
Basti pensare alla singolare collocazione della reception, proprio sotto l'antico arco che fa da porta d'ingresso al centro storico di Picinisco.
Oppure al fatto che non esiste un bar interno, ma per la colazione gli ospiti possono gustare ogni prelibatezza in quello centrale nella piazzetta del paese, sotto all'antico castello dell' XI secolo, proprio dove confluisce il borgo fatto di vicoli e piazzette, chiese e cappelle votive, palazzi signorili e antiche case popolari.
É il salotto del paese, descritto da David H. Lawrence nel libro che scrisse proprio qui: «La ragazza perduta». E vi regna il suo simbolo e punto di riferimento: un maestoso vecchio platano.
Gli ospiti sono invitati a scoprire le specialità enogastronomiche locali e a visitare i dintorni della valle: così «Sotto le stelle» contribuisce con successo al rilancio dell'economia locale.
E ancor più potrà farlo ora che le sue stanze alberghiere sono state scelte come le migliori nel centro Italia, dalla Guida Touring che quest'anno ha abbandonato le classiche medaglie e forchette per una suddivisione cromatica (blu per gli alberghi e rosso per i ristoranti) e tipologica (Camere e Cucina d'Autore; Stanze Italiane e Buona Cucina; Altra Ospitalità e Altro Mangiare, Altri indirizzi per dormire e mangiare) che permette una più facile consultazione.
Nell'« Olimpo dell'Ospitalità», «Sotto le Stelle» figura accanto a «Duchessa Margherita» di Vicoforte (CN), «1301 Inn» di Aviano (PN) e «Zash» di Riposto (CT).
Per gli ospiti Cesidio studia offerte sempre particolari: a novembre, ad esempio, c'è il pacchetto dedicato alla raccolta delle olive, fatta in modo divertente e simpatico. In altri periodi ecco corsi di cucina, degustazioni di vini o formaggi locali. E poi programmi ad hoc per gli sposi o per le feste come quelle pasquali. Insomma, di tutto, di più e senza banalità.

Commenti

Grazie per il tuo commento