Zingales prenderà il posto di Giannino?

L'economista che ha smascherato la falsità di Giannino sul master potrebbe diventare leader di Fare per fermare il declino

Zingales prenderà il posto di Giannino?

Da fuoriuscito a capo. Da accusatore a leader di Fare per fermare il declino. Potrebbe essere questo il futuro di Luigi Zingales. Lui non lo esclude. Dopo aver reso nota la falsità dell'ex leader Oscar Giannino sul master a Chicago, in una intervista al Corriere della Sera, l'economista spiega di non escludere una sua leadership "nella misura in cui ciò nasce dalla domanda delle persone e non dal mio desiderio personale. L’importante è avere un gruppo dirigente all’altezza, ma fin qui non c’è stata neanche una dichiarazione per dire che ho fatto bene a fare chiarezza. Abbiamo lasciato che Grillo facesse la campagna chiara e trasparente che dovevamo fare noi".

Ritornano sulla vicenda di Giannino, Zingales ha raccontato che "ho chiesto a Oscar di lasciare che un gruppo di persone decidesse sul da farsi. Lui mi ha risposto: non interrompo la campagna elettorale per farmi giudicare da un sinedrio. A quel punto io non ci ho visto più".

L'economista ha aggiunto: "All’interno, ho dato le dimissioni per provare a sbloccare l’impasse. In nove della direzione mi hanno risposto che Oscar stava facendo tanto per il partito e bisognava andare avanti". Ma per Zingales non era accettabile aspettare fino a dopo le elezioni per fare chiarezza. "Noi ci siamo presentati come un movimento nuovo: non potevamo non vivere secondo i nostri stessi criteri. E se fossimo stati zitti per raggiungere il quorum, quale sarebbe stata la conseguenza di lungo periodo? Avremmo distrutto la nostra immagine", ha dichiarato Zingales.

Commenti