Iran, 9 dissidenti condannati a morte

Nove iraniani che hanno preso parte alle proteste scoppiate dopo le elezioni di giugno sono stati condannati a morte dalla Repubblica Islamica. Oggi sono stati impiccati altri due dissidenti che parteciparono alle manigfestazioni di protesta

Iran, 9 dissidenti condannati a morte

Teheran - Ancora repressione. Nove iraniani, che hanno preso parte alle proteste scoppiate dopo le elezioni presidenziali di giugno, sono stati condannati a morte dalle autorità della Repubblica Islamica. È quanto riferisce l’agenzia di stampa iraniana "Isna", precisando che i nove sono stati arrestati durante le manifestazioni contro il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad dello scorso 27 dicembre. I nove fanno parte di gruppi monarchici e del movimento dei Mujahidin del Popolo e sono stati accusati di voler sovvertire il sistema politico iraniano. Sempre oggi, sono stati impiccati due iraniani, che avevano preso parte alle manifestazioni post-elettorali.

Commenti