Iraq, 5 attentati: 60 morti e 100 feriti

Cinque esplosioni nel centro di Bagdad, il bilancio della serie di attentati che ha sconvolto l'Iraq è di oltre 67 vittime e almeno cento persone ferite. Le esplosioni sono avvenute in alcune moschee di Sadr City

Bagdad - Torna a scorrere il sangue a Bagdad. È di più di 67 morti e almeno cento feriti il bilancio della serie di attentati che ha colpito questo pomeriggio la città irachena. Sono cinque le esplosioni che si sono susseguite in diversi punti della città, tutti contro obiettivi sciiti.

Il tragico attentato Secondo la tv di stato irachena, gli agenti della sicurezza sono riusciuti a trovare e a disinnescare altri ordigni esplosivi posti in altre zone della città. Due autobombe sono esplose contro la sede di un movimento radicale ed un mercato a Sadr City, il quartiere sciita povero nel nord della città. Inoltre tre attentati hanno preso di mira moschee sciite, dove oggi si svolgeva la preghiera del venerdì: quella di Abdel Hadi Chalabi nel quartiere settentrionale Hurriya, quella di Mohsen al-Hakim, a al-Amine, nella parte orientale della capitale e quella di al-Sadrein a Zaafaraniya, nel centro della città. Inoltre un ordigno è esploso in un mercato vicino Rue Haifa, sempre nel centro della città.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.