Israele: "Concessioni territoriali per la pace"

Il ministro degli Esteri, Tzipi Livni, all'Assemblea generale dell'Onu: "La soluzione del conflitto israelo-palestinese risiede nella creazione di uno Stato palestinese che coesista in pace con noi"

Israele: &quot;Concessioni<br />
territoriali per la pace&quot;

Gerusalemme - Il ministro degli Esteri israeliano, Tzipi Livni, nel suo intervento oggi all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha detto che Israele è pronto a fare concessioni territoriali per giungere a un accordo di pace con i palestinesi. Lo riferisce il sito web del quotidiano israeliano 'Jerusalem Post'. "Sappiamo - ha affermato però Livni -, soprattutto dopo i ritiri da Gaza e dal sud del Libano, che un ritiro territoriale non comporta necessariamente il raggiungimento della pace". Il capo della diplomazia israeliana ha quindi ribadito che la soluzione del conflitto israelo-palestinese risiede nella creazione di uno Stato palestinese che coesista in pace con Israele. "È inaccettabile un fallimento dei negoziati di pace", ha affermato Livni.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento