La kermesse del Movimento 5 Stelle: "Qui parliamo di futuro"

Alla kermesse Sum#01 organizzata dal Movimento 5 Stelle a Ivrea sono intervenuti i personaggi più importanti del M5S: da Di Battista alla Raggi per parlare di futuro

La kermesse del Movimento 5 Stelle: "Qui parliamo di futuro"

"Oggi non stiamo parlando di governo, parliamo di futuro". Lo ha detto Davide Casaleggio a Ivrea poco prima dell'inizio dell'appuntamento "Sum#01", una convention del Movimento 5 Stelle, in programma all'Officina H dell'Olivetti.

Presenti tanti big della politica mentre in platea si è registrato il tutto esaurito. "Questa - ha aggiunto Davide Casaleggio - è una vecchia fabbrica dell'Olivetti, qui è anche il posto dove ha iniziato a lavorare mio padre. L'Olivetti ha lasciato un'aurea in questo Paese, volevamo intercettarla. Oggi abbiamo invitato esperti, studiosi e anche giornalisti per parlare di futuro".

La giornata si è quindi aperta con un video con alcune parole di Gianroberto Casaleggio. Alla manifestazione è poi intervenuto Alessandro Di Battista dicendo che il "Movimento 5 Stelle da quando è nato ascolta la società civile. Una Leopolda del M5S? Ci hanno sempre provato sia da destra che da sinistra a etichettarci. Cresciamo, parliamo di idee, di soluzioni mentre altri parlano di spartizioni di potere, di congressi. C'è sempre più consenso intorno a noi, perchè parliamo di soluzioni che saranno leggi dello Stato quando saremo al Governo", ha dichiarato.

Anche Chiara Appendino è intervenuta alla kermesse: "Non sono candidata premier, sono sindaca di Torino e lì sono tutte le mie risorse. Mi vedo sindaca per i prossimi 4 anni. Questa giornata non la definirei una Leopolda. Stiamo crescendo come movimento - ha aggiunto - e dobbiamo raccontarci. È un momento di incontro, confronto discussione su tematiche significative per questo Paese e credo che da qui possano nascere idee interessanti per il futuro". Ed a chi le domandava del futuro della politica italiana, Appendino risponde: "Credo che sia riuscire ad avvicinare di più e riunire chi amministra con chi è amministrato, ricucendo un rapporto di fiducia".

Presente anche Virginia Raggi: "Vedo il M5S nel futuro, un gruppo di persone che si impegna con lungimiranza guardando al futuro e programmando il presente, cosa che i politici finora non hanno fatto avendo una prospettiva al massimo lunga quanto il loro mandato. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Siamo qui per cambiare il futuro - ha aggiunto - partendo dal presente".

Alla manifestazione presente anche Antono Di Pietro per ascoltare i lavori della convention organizzata da Davide Casaleggio. "Sono qua per ricordare una persona con cui ho lavorato, aveva realizzato il sistema informatico del mio movimento, per rivedere degli amici e per lo spirito dell'evento, capire il futuro". Per Di Pietro "il grande merito del M5S è stato quello di avere indirizzato la rabbia, la delusione, l'amarezza del popolo italiano all'interno delle urne e non a sfasciare vetrine, incendiare auto e commettere atti anche peggiori". A chi gli domandava se aderirà al M5S Di Pietro ha risposto: "Bisogna rispettare le regole del Movimento che chiede un ricambio generazionale e volti nuovi della classe politica Quindi - ha concluso- bisogna avere il coraggio e l'umiltà di farsi da parte".

Luigi Di Maio ha dichiarato che "la sfida è cambiare la società. Le istituzioni sono uno strumento per cambiare la società e migliorarla. Se siamo qui oggi - ha continuato il vicepresidente della Camera - è perché per Gianroberto le cose impossibili non edistevano. Ha fondato la prima forza politica del Paese. Le persone che sono qui hanno la loro indipendenza personale e professionale. Non sono dei politici, non sono del Movimento 5 stelle", ha aggiunto, "la politica qui fa lo spettatore".

Alla fine della mattinata arriva anche il commento di Beppe Grillo: "Il figlio di Casaleggio ha scalato l'Himalaya. Ha fatto una cosa grandissima. Riuscite a capirlo?".

Commenti