L’angelo azzurro adesso canta il tango

Una star di prima grandezza apre la stagione 2010 di «Santa Cecilia It’s Wonderful». Domani il Parco della Musica ospita Ute Lemper e il suo nuovo spettacolo Last tango in Berlin. Sarà una straordinaria serata di tanghi da tutto il mondo, in spagnolo, portoghese, francese, tedesco e inglese. Naturalmente una parte consistente dello show, quella centrale, sarà dedicata ad Astor Piazzolla e alla sua musica, con le più drammatiche e sensuali canzoni sull’amore, la vita, la morte, la fatalità, la passione e la sopravvivenza a Buenos Aires. E dalla capitale argentina ci si muoverà tra Berlino, New York e Parigi, accompagnati dalla musica di Kurt Weill, Jacques Brel, Edith Piaf. L’artista tedesca andrà a pescare nel ricco repertorio degli autori citati, cantando Lili Marleen, La vie en rose, Ne me quitte pas, Oblivion e brani dall’Opera da tre soldi. Questo nuovo spettacolo anticipa un progetto dedicato interamente a Piazzolla. Dalla prossima primavera, infatti, la Lemper dovrebbe intraprendere un tour con il Quinteto Piazzolla. Intanto, a metà dello scorso anno Ute Lemper ha pubblicato il primo album integralmente composto da sue canzoni. Dopo un’intera carriera dedicata all’interpretazione di classici, ha scelto di raccontare la sua vita sui palchi attraverso una decina di brani autografi. Il disco è Between yesterday and tomorrow, documento interessante per conoscere più da vicino un’artista così raffinata, poliedrica, ricca di talento, di classe e di fascino, capace di essere ballerina, attrice di teatro e di cinema, cantante. È stata applaudita in tutto il mondo, calcando palchi prestigiosi a Broadway e nel West End londinese. Ha debuttato nel musical, prendendo parte alla produzione viennese di Cats (nel doppio ruolo di Grizabella e di Bombalurina) e interpretando in seguito Peter Pan a Berlino e Sally Bowles in Cabaret, a Parigi, vincendo il premio Molière per migliore attrice di musical. Ha recitato anche nel ruolo di Lola nell’Angelo Azzurro, a Berlino, e per lei Maurice Béjàrt ha creato il balletto La mort subite.
Ma elencare i suoi trionfi sarebbe impresa ardua: tra successi discografici e continue tournée da tutto esaurito, la sua carriera è una lunga collezione di pietre preziose.
Sul palco dell’Auditorium la cantante sarà accompagnata da Vana Gierig al pianoforte, Tito Castro al bandoneon e Steve Millhouse al contrabbasso.
I biglietti sono in vendita a prezzi piuttosto abbordabili, da 10 a 30 euro (prevendita inclusa). Info: 06.8082058.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.