L'«indistruttibile» stile italiano in moto con Jorge Lorenzo

L'«indistruttibile» stile italiano in moto con Jorge Lorenzo

La delusione patita a Le Mans non influenzerà più di tanto il campione del mondo di MotoGp, Jorge Lorenzo, terzo in classifica generale e sempre in lizza per la vittoria, in un campionato ancora lungo. D'altronde, il 26enne fuoriclasse della Yamaha, già due volte iridato nella categoria 250 cc (2006 e 2007) e altrettante in Moto GP (2010 e 2012), dallo scorso febbraio è il protagonista assoluto della campagna 2013 di Sector «No Limits», un abbinamento che non lascia dubbi sul carattere di Lorenzo, pronto a rilanciare la propria candidatura alla vittoria finale.
Il brand ha voluto, in questo modo, festeggiare degnamente i propri 40 anni, reiterando con forza il concept della sfida non solo legata allo sport estremo, ma anche alla vita quotidiana. E il corollario più conseguente a una simile filosofia è quello di non arrendersi mai, di mettersi sempre alla prova, come bene evidenziato dal ceo del gruppo Morellato (titolare del marchio), Massimo Carraro: «Jorge non è solo un pilota di grande talento, ma un uomo intelligente e determinato. Come noi, crede che sfida, tecnologia e passione, vivono oggi insieme a stile, tendenza, bellezza. Con Jorge Lorenzo, Sector fa un grande salto nel suo progetto di espansione nei principali mercati internazionali, dove già è presente da molti anni».
E già, perché un personaggio di simile caratura, unitamente a stile e design italiano, costituiscono una passepartout per la penetrazione worldwide del marchio, finalizzata a una strategia d'immagine e di prodotto globale, oggi imprescindibile. Ne è convinto anche lo stesso Jorge che, al momento della firma dell'accordo, ha dichiarato: «Sono molto contento di far parte del Team Sector. Da oggi porto con me lo stile italiano e l'indistruttibilità dei suoi orologi».
Mettendo in primo piano l'ulteriore connotato di Sector: la resistenza a condizioni d'uso che «stressano» notevolmente il segnatempo. La ricerca della performance, infatti, informa i parametri produttivi di tutte le collezioni, studiate per qualsiasi tipo di ambiente, naturale e metropolitano.
E tornando al rombo dei motori, a rappresentare la liason con Lorenzo, è stata scelta la linea 850, ben esemplificativa di valori condivisi quali velocità e competizione, a partire dal solotempo con data, proseguendo con il cronografo in acciaio con data, per terminare con il tre sfere multifunzione da 45 mm di diametro, così come il crono.
Sono stati proprio questi ultimi due modelli a ispirare la creazione della serie 850 «Special Edition for Jorge Lorenzo», in acciaio, connotata sul quadrante, al 6, dal «simbolo« del pilota (una X rossa circondata da una freccia bianca rotante su se stessa, a dissimulare un contatore e a ricordare il motto del mallorchino, «por fuera», cioè dall'esterno, il suo sorpasso preferito) e, al 12, sotto al logo Sector, dal numero 99, sul cupolino della moto di Jorge dal 2009: «Il 99 è un numero poco frequentato in MotoGP, è diverso e particolare, me lo sento mio».
Le altre peculiarità dei due orologi sono: movimento al quarzo, fondello e corona serrati a vite, ghiera in alluminio nera con scala tachimetrica incisa, vetro minerale e impermeabilità fino a 10 atmosfere.
Anche i pulsanti sono presenti su entrambi gli esemplari e se nel crono occorrono per governare la cronometria, nel multifunzione sono impiegati per correggere la data analogica al 3 e il giorno della settimana al 9.
Con bracciale e quadrante nero, il cronografo costa 240 euro, mentre il multifunzione con quadrante blu e cinturino in poliuretano, 220.

Commenti