L’occhio di Ghilardi per attori e attrici

Ad arricchire «Risonanze», il programma degli eventi collaterali al Festival Internazionale del Film di Roma, ci pensa la mostra fotografica «Lo sguardo non mente» di Riccardo Ghilardi allestita presso la Sala Ospiti dell’Auditorium Parco della Musica. La rassegna accompagnerà lo svolgimento del Festival del cinema fino al 23 ottobre. L’artista ha invitato a sedersi su di una poltrona in ferro lavorato a mano quaranta dei più famosi attori e attrici italiani, da Carlo Verdone a Valerio Mastandrea, da Claudia Gerini, Sabrina Impacciatore, Claudia Pandolfi a Paola Cortellesi e Elio Germano, passando per alcuni dei protagonisti della scena emergente del nostro cinema. Su quella poltrona ogni artista ha risposto ad una domanda, ogni volta diversa. La fotografia è lo strumento per immortalare l’immediatezza della risposta racchiusa negli occhi, imprigionando nella carta fotografica quel «centoventicinquesimo di secondo», in quel momento lo sguardo non può mentire. La mostra, inserita in un progetto fotografico composto da un set con fondali di velluto blu e alcuni set esterni simboli degli argomenti toccati nelle domande, è formata da 18 maxi fotografie (150x100 e 90x135) di alcuni degli artisti fotografati e da un collage (200x200) di tutti gli attori e attrici che hanno partecipato. «Un progetto culturalmente innovativo che abbiamo deciso di sostenere fin da subito».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento