Ladro gentiluomo a Lecce: soccorre l'anziana che voleva rapinare

La donna alla vista del ladro è quasi svenuta e lui l'ha aiutata a rialzarsi tranquillizzandola, poi l'ha fatta sdraiare sul letto e le ha porto un bicchiere d'acqua

Quello che si direbbe un vero e proprio ladro gentiluomo l'uomo che la notte fra giovedì e venerdì è entrato di soppiatto nell'abitazione di un'anziana signora leccese, ancora sveglia nonostante l'ora tarda poichè intenta a guardarsi in tv il Rosario della Madonna di Pompei.

Come riportato dal locale Nuovo quotidiano di Puglia la donna, di 83 anni, aveva sentito degli strani rumori provenire dalla cucina e, armandosi di tanto coraggio, si era decisa ad andare a controllare, trovandosi così a tu per tu con un uomo col volto coperto dal cappuccio della felpa. Lo spavento è stato talmente profondo da far vacillare la nonnina, facendola crollare a terra quasi priva di sensi.

Qui la reazione inaspettata del ladro che l'ha dapprima tranquillizzata dicendole di non aver paura perchè non le avrebbe fatto nulla di male, per poi accompagnarla a letto facendola sdraiare e porgendole un bel bicchiere d'acqua fresca.

Ma un ladro è pur sempre un ladro ed infatti il rapinatore, ricordandosi evidentemente del motivo per il quale si era intrufolato di nascosto nell'abitazione dell'anziana, le ha chiesto dove tenesse i soldi, senza però cavare un ragno dal buco poichè la donna in casa teneva giusto i pochi spiccioli necessari ai beni di prima necessità.

Senza nessuna insistenza l'uomo ha così chinato il capo, andandosene via a mani vuote. L'arzilla vecchietta invece, probabilmente colpita dalla gentilezza inaspettata, ha deciso almeno per ora di non sporgere alcuna denuncia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.