Lucciola a 15 anni, in manette il suo aguzzino

È la solita storia. Avrebbe costretto una giovane connazionale di 15 anni a prostitursi e così viene fermato dai carabinieri della Stazione di Torvaianica che lo ammanettano. L’aguzzino, l’ennesimo pregiudicato romeno, 21 anni, è stato arrestato la scorsa notte.
Le indagini, partite a metà luglio, hanno consentito di accertare che l’immigrato ospitava la minorenne in varie abitazioni di fortuna, la conduceva quotidianamente sulla via Laurentina, nei pressi di Trigoria, dove la faceva prostituire assieme ad altre ragazze romene. I Carabinieri, interrogando alcuni clienti che sono stati sorpresi a riaccompagnare la prostituta minorenne, sono riusciti ad incastrare il romeno.
Individuato venerdì sera a Torvaianica e accompagnato in caserma, è stato ammanettato con l’accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione minorile. Il romeno è stato inoltre denunciato con l’accusa di ricettazione e sostituzione di persona, abbricazione e possesso di documenti di identificazione falsi, perchè nel corso della perquisizione, in uno dei vari appartamenti utilizzati, i carabinieri hanno trovato documenti stranieri risultati rubati e una carta d’identità contraffatta che gli consentivano di eludere eventuali controlli da parte delle forze dell’ordine.
E sempre nel corso dei servizi pianificati nell’ambito del «Patto per Roma Sicura», proseguono i controlli da parte della Polizia finalizzati al contrasto dei fenomeni dell’abusivismo commerciale, dell’accattonaggio e al contrasto della prostituzione su strada, che venerdì sono stati intensificati lungo la via Cristoforo Colombo, viale Guglielmo Marconi, via Salaria, via Tiburtina e viale Palmiro Togliatti.
Nel complesso, l’attività svolta ha permesso di identificare 35 prostitute, tutte romene, delle quali 10 sono state accompagnate presso l’Ufficio Immigrazione e 16 contravvenzionate. È stato contravvenzionato anche un cliente.