Da maggio oltre 800 respinti

L’ultimo episodio è avvenuto lo scorso 30 agosto, quando un barcone con 75 migranti a bordo è stato intercettato a sud di Capo Passero: i passeggeri sono stati imbarcati da una motovedetta della Guardia di finanza e riportati in Libia. A partire dallo scorso maggio sono circa 800 gli extracomunitari riportati verso il Paese nordafricano. Il primo episodio accertato avviene il 7 maggio, quando circa 230 migranti sono soccorsi su tre barconi nel canale di Sicilia e riportati in Libia. L’otto maggio un barcone con circa 80 persone, in difficoltà non lontano dalle coste libiche, è rimorchiato nel porto di Tripoli da un mezzo italiano in servizio presso una piattaforma dell’Eni. Il 10 maggio un pattugliatore della Marina riporta in Libia oltre 200 persone che erano state intercettate e soccorse nel Canale di Sicilia. Il 19 giugno un barcone con 76 migranti è intercettato a Sud di Lampedusa da una motovedetta della Guardia Costiera. Gli extracomunitari sono consegnati ad una motovedetta libica. Il primo luglio 89 migranti su un gommone a 30 miglia da Lampedusa sono presi a bordo da una nave della Marina militare e trasferiti a Tripoli. Il 5 luglio circa 40 migranti soccorsi 70 miglia a sud di Lampedusa da una motovedetta della Gdf sono riportati a Tripoli. Il 29 luglio un gommone con 14 migranti a bordo è soccorso da una motovedetta della Guardia di finanza: i passeggeri sono riportati a Tripoli. Il 30 agosto un barcone con 75 migranti è intercettato a sud di Capo Passero: i passeggeri sono trasbordati su una motovedetta della Guardia di finanza e riportati in Libia.

Commenti

Grazie per il tuo commento