Magnum Deep Blue: stile a 20 atmosfere

Magnum Deep Blue: stile a 20 atmosfere

Fondata da Franck Dubarry nel 1997 a St. Tropez, la TechnoMarine riflette, senza alcun dubbio, le tendenze edonistiche della città natale del suo mentore. Ciò è senz’altro vero. Ma è altrettanto vero che nella produzione del marchio, che ha sede a Ginevra, si indovina anche un’altra vocazione, forse ancora più spiccata: quella per la commistione e per il salto di genere. TechnoMarine è il primo marchio che, nel 1999, ha osato incastonare diamanti sulla ghiera di un cronografo subacqueo, e il verbo osare è tutt’altro che fuori luogo. Nel 2004 è la volta degli orologi in ceramica colorata, un materiale - la ceramica - fino ad allora proposto pressoché esclusivamente in chiave hi-tech, austera e rigorosa. Questo amore per la combinazione di stili e generi diversi, per la dinamicità creativa del design, per le cromie calibrate o marcate, si abbina sempre e inequivocabilmente alla funzionalità e al rigore realizzativo. Così è stato anche per il modello UF6 Magnum Deep Blue, potente cronografo al quarzo, che enfatizza, all’altezza del 12 e del 6, le iconiche piastre rastremate di connessione tra cassa e cinturino.
La prima, da 45 mm di diametro, è costruita su 6 componenti, in acciaio rivestito in carburo di titanio blu e nero e inserti laterali in fibra di carbonio, a confermare l’immancabile imprinting tecnologico, integrato da un cinturino in silicone nero; l’impermeabilità è testata fino a 20 atmosfere, grazie anche alla chiusura a vite della corona. La finitura lucida sul blu permette, poi, un continuo gioco di luce, dalla scintillante tonalità elettrica, a quella più scura del mare profondo. Ispirato dalle linee imponenti e sofisticate del più lussuosi yacht, trova un suo armonioso complemento nel quadrante strutturato su due piani, anch’esso connotato dal contrasto blu e nero, grené esternamente e guilloché verticale incisivo nella trama centrale, che accoglie, al 9, il disco sovradimensionato rappresentativo dello scorrere delle ore e dei minuti cronografici. In contrasto con la studiata asimmetria centrale, la simmetria con il logo al 12, infine, è garantita dal datario a doppia finestrella, con cornice Pvd blu, così come le lancette, gl’indici a barretta applicati, la scala dei 15 minuti sul rehaut e il bordo del suddetto contatore crono di ore e minuti. Il prezzo al pubblico è stato fissato in 1.200 euro.

Commenti