Malacalza, l’antisalottiero che conquista i salotti

Da queste pagine ho fatto più volte professione d’amore (imprenditoriale, per carità, mia moglie Loredana può stare tranquilla) per Vittorio Malacalza. Perchè penso che sia il più grande imprenditore genovese, forse proprio perchè non è totalmente genovese.
Ma, se avessi avuto dubbi, se avessi avuto bisogno della prova d’amore ultima e definitiva, l’avrei avuta domenica pomeriggio. Quel giorno e a quell’ora il suo socio e amico Marco Tronchetti Provera veleggiava a Santa Margherita Ligure per le regate Pirelli, mettendo insieme fra l’altro tre passioni assolute di Malacalza: la barca, Santa e Camfin, non necessariamente nell’ordine (per la cronaca, le altre tre passioni di Vittorio sono il sigaro, lo scopone e la sua gentilissima e davvero simpatica signora, anche in questo caso non necessariamente nell’ordine).
Per la cronaca, mentre le regate più trendy d’Italia scaldavano Santa, Malacalza era in tribuna al Ferraris a vedere Sampdoria-Livorno. E, con ogni probabilità, da semplice appassionato del calcio, senza fare particolare tifo. Certo, (...)

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti