Il maltempo fa 4 morti E da domani arriva il freddo

Il maltempo che sta colpendo diverse zone d’Italia ha provocato quattro morti. Sul lago di Garda un appassionato di kitesurf, il surf con l'aquilone, è morto dopo essere finito sott'acqua. A Roma una ragazza è morta e un’altra donna è grave: entrambe sono state travolte, in due circostanze diverse, da alberi sradicati dal vento. Secondo quanto si è appreso la giovane si trovava su una Fiat Uno in via Lunghezzina e altre persone sono rimaste ferite. Sul posto a coordinare i soccorsi i carabinieri di Tivoli. È poi ferita in modo grave una donna travolta da una pianta in viale Europa, nel quartiere dell'Eur. I vigili del fuoco sono intervenuti per liberare la donna che è stata trasportata in codice rosso all'ospedale Sant'Eugenio.
E un'altra vittima si registra in provincia di Terni, a Ponte San Liberato, nei pressi di Narni, dove un uomo è stato colpito da un silos abbattuto. La quarta vittima in realtà risulta ancora dispersa: è un pescatore che si trovava a bordo di un peschereccio affondato al largo delle coste abruzzesi. E sempre in Abruzzo, a Pescara, è stata sfiorata una tragedia: in una via del centro si è staccata una impalcatura da un palazzo ed è caduta su una autovettura in sosta. A bordo una donna e la figlia. La donna è stata ricoverata in ospedale con trauma cranico e lussazione del rachide: illesa la figlia, sono in corso accertamenti per la madre. A causa del maltempo, pioggia e vento fortissimo, traffico in crisi in città e danni anche al tetto del Museo Colonna. Sono in corso accertarmenti da parte dei vigili del fuoco. Sono intanto centinaia le chiamate raccolte dai vigili del fuoco per alberi e pali divelti dal vento, anche sulla A14 adriatica nei tratti tra Ortona e Francavilla al Mare.
Intanto si registrano le prime nevicate sui monti del Trentino: sopra i 1.500 metri ha raggiunto i 20 centimetri. I passi dolomitici sono imbiancati ma sono perfettamente transitabili. Nella notte le temperature sono scese sotto lo zero sopra i duemila metri.
Le condizioni sono di particolare disagio anche all'Aquila dove una tromba d'aria accompagnata da pioggia si è riversata nel pomeriggio su buona parte della provincia, andando a colpire anche i campi di accoglienza in cui vivono gli sfollati del terremoto dello scorso aprile. Numerose sono state le tende scoperchiate e in più occasioni si sono registrate interruzioni nell'erogazione di energia elettrica. Nel campo di accoglienza di Coppito il capannone adibito a sala mensa e alcune tende allestite ad aule didattiche sono stati seriamente danneggiati dal maltempo. La situazione, comunque, è tenuta sotto controllo dai volontari della Protezione civile e dai vigili del fuoco che hanno compiuto lavori di sistemazione della ghiaia. Altri disagi sono stati segnalati alla circolazione a causa di molti alberi caduti lungo le strade: un po' ovunque sono stati segnalati incidenti stradali con lievi feriti.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.