Marotta blinda il baby Poli

(...) domenica lo ha fatto seguire da Barry Hunter, uno degli osservatori dei citizens, che in realtà erano al Ferraris per ammirare soprattutto le prodezze di Giampaolo Pazzini. Non solo il Manchester però è sulle sue tracce e allora la società blucerchiata sta cercando di blindarlo. L'ad Beppe Marotta infatti gli ha proposto un prolungamento del suo contratto fino al 2014.
Il piccolo gioiello, nonostante l'età, adesso è uno dei giocatori con più mercato: cresciuto nel Treviso, a 17 anni era stato prelevato da Marotta per una cifra intorno agli 800 mila euro. Il 4 novembre 2007, a 18 anni, esordisce in Serie A nella partita Cagliari-Sampdoria (0-3), entrando al posto di Volpi; poi una stagione in prestito al Sassuolo e un posto da titolare con Del Neri.
E proprio Poli (impegnato oggi come testimonial della raccolta differenziata dell'Amiu) insieme a Salvatore Bocchetti, sarà il protagonista fino a martedì dell'Asta delle Stelle nello Sport a favore dell'Associazione del Professor Franco Henriquet, Gigi Ghirotti, che ha inaugurato lo scorso dicembre l'Hospice di Genova Albaro con il reparto dedicato ai malati di Sla che a breve sarà operativo. Ad oggi sono state assegnate le maglie di Palladino e Palombo, Lucchini e Rossi, Acquafresca e Storari, Guberti e Suazo.
E nel frattempo proseguono gli allenamenti per Genoa e Sampdoria. Mentre i blucerchiati oggi giocheranno nel test con la Virtus Sestri, i rossoblù saranno impegnati contro il Sestri Levante (a Sestri, 8 euro il prezzo del biglietto). Gasperini dovrà rinunciare a Dainelli (che potrebbe saltare anche la Fiorentina) oltre a Jankovic, mentre le condizioni di Acquafresca saranno valutate nei prossimi giorni.
Chi è al top è Beppe Sculli che ieri ha fatto visita al Museo del Genoa: «Con il Cagliari non sarà facile, è un'ottima squadra che gioca sempre per vincere, e anche se ha già ottenuto il primo obiettivo, quello della salvezza, adesso punta in alto. Anche Allegri, come Gasperini, è un ottimo allenatore. Diciamo che domenica sarà un po' uno spareggio per l'Europa».

Commenti