Sudafrica 2010

Mediaset vuole da Sky i diritti per il Mondiale

Richiesta di arbitrato da parte del gruppo di Cologno Monzese alla Camera di Commercio di Parigi. Il "Biscione" vuole acquistare i diritti per trasmettere il Mondiale di Suafrica 2010 sul digitale terrestre. I diritti sono della tv di Murdoch, che li ha comprati dalla Rai

Mediaset vuole da Sky i diritti per il Mondiale

Parigi - Nuovo fronte tra Mediaset e Sky. Mediaset ha presentato una richiesta di arbitrato alla Camera di Commercio di Parigi per ottenere da Sky i diritti per il digitale terrestre a pagamento dei prossimi Mondiali di calcio del Sudafrica. I diritti dei Mondiali 2010 e 2014 erano stati acquistati dalla Rai, che aveva poi ceduto quelli a pagamento alla piattaforma di Rupert Murdoch nell’ambito di uno scambio con i diritti in chiaro delle Olimpiadi invernali del 2010 ed estive del 2012.

Il ricorso Mediaset ha deciso di scendere in campo a fine novembre, dopo che si è chiarita la griglia definitiva delle squadre che parteciperanno ai Mondiali del Sudafrica: i match dell’Italia e le fasi finali del torneo, andranno in onda in chiaro e in alta definizione sulle reti Rai. Agli inizi di dicembre l’azienda si è così rivolta a Viale Mazzini, che ha però risposto di aver ceduto i diritti a pagamento dei Mondiali a Sky, nell’ambito dell’accordo di scambio del 2008 con i diritti delle Olimpiadi 2010 e 2012. A quel punto Mediaset ha scritto a Sky che però solo dopo diverse settimane, precisamente il 23 febbraio, ha risposto di non aver intenzione di cedere i diritti pay per il digitale terrestre. L’azienda di Cologno Monzese ha deciso così di percorrere la strada dell’arbitrato.

Tutti a Parigi L’arbitrato potrebbe imporre a Sky di cedere a Mediaset i diritti richiesti, ipotizzando, come sostiene Mediaset, una violazione degli impegni presi con Bruxelles (che impedirebbero alla piattaforma satellitare di mantenere in esclusiva diritti per piattaforme che non esercita) o anche limitarsi a riconoscere all’azienda di Cologno Monzese un risarcimento danni legati ai mancati introiti che sarebbero stati resi possibili da un arricchimento dell’offerta. Anche perché nel frattempo, si fa notare, Sky ha iniziato una nuova campagna pubblicitaria tutta incentrata sull’offerta "globale" dei Mondiali del Sudafrica, caratteristica esclusiva della piattaforma di Murdoch.

Commenti