Cultura e Spettacoli

La «Medicina dell'ottimismo», arriva la guida per sopravvivere con la mente

Il volume, edito da edizioni Mediterranee, verrà presentato sabato sera a piazza del Popolo nell'ambito della rassegna «Roma si libra»

Non farà girare il mondo, ma l'ottimismo è forse l'unico antidoto rimasto ai (magri) tempi di oggi. Così suscita una certa curiosità sfogliare il volume La Medicina dell'ottimismo di Toni Pizzecco edito da Edizioni Mediterranee (17,50 euro) che verrà presentato sabato sera (ore 22) a Roma nell'ambito della rassegna «Roma si libra» a piazza del Popolo.
Secondo l'autore la causa di quasi tutti i problemi che riguardano la nostra salute ha un comune denominatore che può avere diversi nomi: pensiero, mente, cervello, stato d'animo, idea, ragione, sentimento, anima. Ma «l'organo del pensiero», purtroppo, non ha un'identità precisa. In fondo tutto ciò che gira attorno al cervello umano resta misterioso. Dunque Pizzecco crede che si dovrebbe almeno intraprendere un tentativo per cercare di decifrare questa irraggiungibile entità che tanta importanza riveste nella nostra vita. L'analisi affronta il pensiero nel suo sviluppo: come possiamo comandarlo? Come i pensieri comandano noi? Perché una semplice idea ci può regalare sonni tranquilli o rubare notti intere? E perché uno stato mentale negativo alla lunga ci crea buchi nello stomaco?. La Medicina dell'ottimismo è un libro che parla direttamente al cuore della gente, ricco di divertenti vignette e di dialoghi immaginari che ne aiutano a comprendere il messaggio. Un testo originale adatto a tutti. È un vademecum su come funziona il nostro pensiero e su come fare per vedere sempre «il bicchiere mezzo pieno». Attraverso chiari esempi e storie di vita quotidiana, l'autore esplora il mondo della nostra mente, dando indicazioni e consigli su come pensare senza farsi del male. Caldamente consigliato.

Commenti