Milano, 2 aggressioni a immigrati per rapina

Ristoratore cinese malmenato da un gruppo di giovani italiani che cerca di uscire dal locale senza pagare. Picchiato e rapinato anche un venditore di fiori bengalese

Milano, 2 aggressioni a immigrati per rapina

Milano - Serata di follia a Milano. Due episodi di aggressioni per piccoli furti: in entrambi i casi giovani delinquenti italiani hanno picchiato degli stranieri.

Ristoratore Hanno aggredito il titolare di un ristorante dopo essere usciti senza pagare. Prima di andarsene, hanno rubato i mazzi di mimose lasciati sul bancone dai titolari per la festa delle donne. È successo ieri alle 22.30 al ristorante "L’Arca" di viale Certosa. Protagonista un gruppo di cinque residenti in zona Quarto Oggiaro, che dopo aver consumato superalcolici ha provato a scappare senza saldare il conto. Il proprietario cinese di 44 anni è uscito dal ristorante quando ha visto il quinto malvivente andare verso l’uscita. L’uomo è stato minacciato di morte e picchiato a calci e pugni all’esterno del locale. Una pattuglia dei carabinieri in servizio in quella zona ha notato il cinese a terra e i cinque, di un’età compresa tra i 19 e i 48 anni, tentare la fuga. I malviventi sono stati raggiunti e arrestati per estorsione in via Catullo. La vittima, trasportata all’ospedale Sacco, guarirà in tre giorni.

Fiorista Un venditore di fiori è stato aggredito e rapinato da un gruppo di giovani all’uscita del centro commerciale Metropoli di via Bovisasca. La vittima, un bengalese di 41 anni, è stata avvicinata ieri alle 21 da tre o quattro 18enni italiani, che dopo averlo picchiato lo hanno rapinato di circa 500 euro. L’uomo vendeva mimose insieme a un connazionale in occasione della festa della donna.

Commenti