Milano, nuovo biennio per la Walter Tobagi Scuola di giornalismo fra tradizione e web

Le migliori firme della carta stampata e del web. Alcuni dei volti più noti della televisione italiana. Le voci storiche della radiofonia del nostro Paese. Tutti riuniti al Master della Scuola di giornalismo Walter Tobagi con un obiettivo: formare i nuovi giornalisti

Milano, nuovo biennio per la Walter Tobagi 
Scuola di giornalismo fra tradizione e web

Milano - Le migliori firme della carta stampata e del web. Alcuni dei volti più noti della televisione italiana. Le voci storiche della radiofonia del nostro Paese. Tutti riuniti al Master della Scuola di giornalismo Walter Tobagi con un obiettivo: formare i nuovi giornalisti. L’avventura è iniziata il 21 giugno 2010 con la pubblicazione sul sito www.giornalismo.unimi.it del bando per la selezione dei trenta allievi del nuovo biennio 2010-2012. Per presentare la domanda di ammissione c’è tempo fino al 31 agosto. Le selezioni partiranno agli inizi di settembre e i corsi alla fine del mese. Per l'ammissione i candidati devono avere una laurea almeno triennale in qualsiasi disciplina con una valutazione non inferiore a 99/110, oltre alla conoscenza della lingua inglese. Il costo d'iscrizione è di 6.500 euro all'anno, ma sono previste dieci borse di studio a parziale copertura del contributo. Nato nel 2006, il Master è riconosciuto dall'Ordine nazionale dei Giornalisti come sede idonea per il conseguimento del praticantato. Alla fine del percorso, gli allievi potranno accedere all'esame di Stato per l'iscrizione all'Albo dei giornalisti professionisti. Il Master è diretto da Marino Regini, prorettore della Statale di Milano. I laboratori e le testate (rivista cartacea, quotidiano online, giornale radio e web tv) sono dirette da Venanzio Postiglione ;vice-direttore è Walter Passerini.

ORGANIZZAZIONE DEL BIENNIO La formazione pratica guidata viene svolta la mattina nelle testate edite dal Master sotto la guida del Direttore giornalista affiancato da giornalisti professionisti con funzione di tutor. Due pomeriggi settimanali sono dedicati alle docenze giornalistiche, tre alle attività accademiche. Tra i docenti giornalisti, Tiziana Ferrario, Beppe Severgnini , Paolo Biondani e Massimo Mucchetti ; tra quelli accademici, Michele Salvati, Marco Cuniberti, Maurizio Ferrera, Ada Gigli Marchetti e Alberto Martinelli. Previsti nel biennio quattro mesi di stage. Nelle precedenti edizioni gli allievi hanno avuto modo di svolgere gli stage in aziende editoriali come Rcs, Mondadori, Hachette-Rusconi, Condé-Nast, Class e in grandi gruppi televisivi come Rai e Mediaset. Il Master è dotato delle più moderne strutture e di connessioni wi-fi. Per le attività di praticantato sono disponibili: uno studio televisivo (per le trasmissioni audio-video in diretta e differita, per i telegiornali, per gli speciali e per le attività di produzione della web-tv "Sestina Tv" - www.livestream.com/sestinatv), telecamere per servizi esterni, uno studio radiofonico per i giornali radio e gli approfondimenti, tre sale di post-produzione.

Nuove tecnologie I ragazzi hanno inoltre a disposizione un laboratorio informatico con 30 postazioni Internet per l’aggiornamento del quotidiano on line “La Sestina” (www.lasestina.unimi.it), due emeroteche di 30 posti ciascuna, una grande redazione informatizzata con accesso alle agenzie stampa e Internet per la realizzazione del periodico cartaceo “MM” (www.lasestina.unimi.it/lasestina/mm/). A supporto degli allievi anche un produttore esecutivo, un tecnico per la fonia, un documentarista, un assistente di produzione, montatori senior e junior, operatori video. Insomma, tutto quello che serve per imparare a dare una notizia su tutte le piattaforme e a 360 gradi (qui il video di presentazione).

Per ulteriori informazioni: 02.50321731 / 02.50321734 giornalismo@unimi.it www.giornalismo.unimi.it

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti