Le archistar al Fuorisalone tra la Statale e Montenapo I GIORNI DEL MOBILE/ Una città aperta

Le archistar al Fuorisalone tra la Statale e Montenapo I GIORNI DEL MOBILE/ Una città aperta

Philip Starck che fa un bagno di folla da Kartell. Mario Bellini che stringe mani davanti alla riproduzione della maxi libreria di casa sua, in Fiera. Jasper Morrison che si mimetizza fra gli ospiti di Marsotto all'Accademia di Brera. Al Fuorisalone succede anche questo, basta sapersi guardare intorno. E sapere dove andare. Per incontrare altri guru e archistar oggi si va in Statale, dove Interni riapre l'Aula Magna per «5 x 15»: discussioni sul design di personaggi come Massimiliano Fuksas, Jacopo Foggini, Moritz Waldemeyer (alle 18 e 30). Ma «Feeding New Ideas For the City» stasera festeggia anche il 60esimo anniversario della rivista con una cena (privata) servita su una lunga tavola lunga ben 72 metri e progettata da Antonio Citterio, Paola Navone, Matteo Thun, Giulio Cappellini, William Sawaya e Rodolfo Dordoni (ognuno ha interpretato un decennio attraverso diversi accessori). A Brera, in via Fatebenefratelli apre il nuovo BreraStore, Cos e Nendo espongono progetti del celebre designer Oki Sato nel pop up store inaugurato ieri in via delle Erbe 3, mentre per un bucato al volo c'è la «laundry» di Vanity Fair in corso Garibaldi: un team di ragazze lavano e stirano capi di ogni tipo. In Zona Tortona, Arik Levi e Maarten Baas si danno appuntamento stasera da Lasvit, alle Officine Stendhal, dove spuntano anche le lampade di Libeskind ispirate al ghiaccio. Mentre all'Autorimessa di via di via Tortona arrivano le proposte minimal di 7 giovani promesse di Design in Progress. In centro, Fontana Arte festeggia i 60 anni di Fontana by Max Ingrand, con una nuova edizione in bianco e nero in via Manzoni 16/4. Da Venini, via Montenapoleone 9, si brinda per le nuove collezioni disegnate da Tadao Ando, Doriana e Massimiliano Fuksas, Philippe Nigro e Carlo Scarpa. Mentre Roberto Cavalli, via Montenapoleone 6/a, offre un cocktail per le nuove collezioni casa, e Braccialini regala fiori a tutti in Piazza San Babila.
Fra i party più attesi: in Piazza Affari la performance di Maurizio Cattelan e la sua rivista Toilet Paper per Seletti, dalle 20 alle 24, e in via Durini la festa per le collezioni realizzate con Lapo Elkann e Mario Bellini. E Nemo Monforte inaugura lo store su due piani e sei vetrine in corso Monforte: il primo totalmente gestito con un impianto di domotica integrata, ospiti speciali le applique di Charlotte Perriand e le lampade «masterpiece» di Le Corbusier. A Ventura Lambrate invece è la serata giusta per fare tardi con la Ventura Labrate Open Night, (dalle 20). Chicche: la Berlin Design Selection, in via Ventura 5, che porta a Milano gli oggetti di design progettati dai talenti berlinesi come Werner Aisslinger, Elisa Strozyk e Sebastian Scherer. E la Design Academy Eindhoven, via Cletto Arrighi, che brinda a Self Unself: si parte alle 10 con la colazione, si prosegue con film, cibo, performance, racconti. E si finisce con un cocktail.

Commenti