Bolidi, vip e lunghe code: via alle notti dei mondani

Bolidi, vip e lunghe code: via alle notti dei mondani

La kermesse del mobile è ufficialmente entrata nel vivo. Code oceaniche all' ingresso degli showroom per le presentazioni di rito, traffico impazzito, un peregrinare infinito e soprattutto la lingua inglese che domina in città. Buon segno per il turismo e il business milanese. Il cocktail serali incalzano, con un irrefrenabile via vai da una zona all'altra. Prendono il via da Montenapoleone le celebrazioni del design con una mostra open air di nuove bolidi Maserati, in compagnia di importanti pezzi d'arredamento donati, per motivi benefici, da note aziende del settore. Tra un calice di champagne e l' altro, intervengono il presidente dell'Associazione Guglielmo Miani, l' imprenditore Leonardo Ferragamo e la madrina della manifestazione Ilaria D' Amico, look scuro e sorriso d'ordinanza. Pochi passi per giungere in via Durini dove impazza un trittico di feste ad alto tasso di mondanità. Al civico 25, presso lo spazio Luxury Living, si sono ritrovati in onore a Fendi Casa il regista fashion Luca Guadagnino, il designer Francese Thierry Lemaire e le socialitè Micol Sabbadini Nathalie Dompè. Nella vicina boutique della griffe Cassina un tripudio di vip per festeggiare il connubio tra l'azienda di mobili lombarda e la Maison parigina Louis Vuitton con l'installazione di Charlotte Perriand. Da Andrea Della Valle a Matteo di Montezemolo, dall'attrice Sveva Alviti alla stilista Marta Ferri, dalla top model Marpessa al guru Phlippe Stark. Ma è nel quartier generale del Gruppo Tecnogym, a due passi da Largo Augusto, che va in scena l'evento più glamour. Sono arrivati a salutare il patron Nerio Alessandri personaggi del tubo catodico, quali Martina Colombari, Cristina Parodi e Paola Ferrari, l'ex calciatore Billy Costacurta e la stelle odierna Kakà, l'amministratore rossonero Adriano Galliani, Remo Ruffini per Moncler, l'imprenditore petrolifero Bracchetti Peretti e il manager bancario Alberto Nagel. Il tempo stringe e la folla festaiola migra verso via Maroncelli dove è organizzata la presentazione del marchio Italia Independent. C'è in ballo l'unione tra il brand di occhiali e la fashion blogger Chiara Ferragni, la più sgamata tra le nuove leve della moda by Instagram. Tantissimi giovani di buona famiglia, musica a volontà e bollicine, ma la vera notizia è la mancanza del mentore sabaudo Lapo Elkann. Tutti lo aspettano e nessuno l'ha visto. Finale d'obbligo in zona Lambrate per l'atteso concerto di David Bryan, cofondatore della band Bon Jovi. In occasione del vernissage della retrospettiva «Solid Sense», per la seconda edizione di Carrara Idol, il musicista statunitense ha eseguito famosi brani del suo repertorio, arrangiati per valorizzare le caratteristiche di uno strumento unico, ovvero lo speciale pianoforte intorno al quale è stata realizzata una silhouette in marmo raro che conferisce all'oggetto una sonorità di pregio. Presenti all'evento i gemelli moda DSquared, il vicepresidente nerazzurro Mao Moratti e un tripudio di fanciulle capitanate dalla ex velina Maddalena Corvaglia. Al termine after party nei lussuosi saloni dell'Hotel Four Season in via del Gesù.

Commenti