Milano è nel caos: 5 ragazzi accoltellati in un'ora

Gli accoltellamenti si sono verificati a due passi dalla stazione di Porta Garibaldi

Cinque ragazzi accoltellati in un'ora: "Possibile collegamento"

Risse e sangue a Milano. Ben cinque ragazzi sono stati accoltellati nella notte, in poco più di un'ora, a due passi dalla zona della movida. I feriti, tutti in età compresa tra i 15 e i 20 anni, sono stati soccorsi tempestivamente con le ambulanze del 118, per fortuna, senza gravi conseguenze. Gli inquirenti ipotizzano un collegamento tra i diversi episodi; le indagini sono affidate ai carabinieri.

Gli accoltellamenti

Le aggressioni si sono consumate tra la stazione di Porta Garibaldi e i grattacieli di Porta nuova. La prima ambulanza è intervenuta alle ore 3.25 in piazza Gae Aulenti dove un 18enne era stato aggredito con un'arma da taglio. Il giovane, ferito in modo superficiale, è stato trasportato in codice verde all'ospedale Fatebenefratelli. Qualche minuto più tardi, un altro mezzo di emergenza sanitaria ha raggiunto via Castaglioni per soccorrere un 20enne aggredito con una coltellata. Stando a quanto trapelato finora, il fendente gli sarebbe stato inferto alla gamba provocandogli una copiosa fuoriuscita di sangue. Trasportato in codice rosso all'ospedale Niguarda, le sue condizioni sono poi migliorate.

Gli altri episodi

A soli 6 minuti dall'ultimo intervento, i sanitari del 118, allertato dai carabinieri, hanno soccorso un 21enne ferito con una coltellata in corso Como. Il giovane è stato accompagnato al pronto soccorso del Fatebenefratelli per le cure. Alle ore 3.54 le sirene dei mezzi di emergenza hanno squillato nel vicino viale Pausubio per un'altra aggressione. A farne le spese è stato un ragazzino di 15 anni trasportato in codice giallo al San Raffaelle. L'ultimo episodio si è verificato alle ore 4.40, all'altezza del civico 15 di corso Como dove un 19enne è stato ferito al braccio con una coltellata.

Le ipotesi

Gli inquirenti non escludono un collegamento tra le varie aggressioni ventilando l'ipotesi di un medesimo autore. Le indagini sono affidate ai carabinieri che, in queste ore, stanno lavorando alacremente per chiarire le circostanze dei raid. Quanto al ferimento di un minorenne straniero, avvenuto alle ore 1.30 in piazza Duca d'Aosta, si ipotizza un contesto diverso.

Commenti