La cubista diventata suora testimonial per gli oratori

A vent'anni faceva la cubista nei locali milanesi. Balli e notti brave all'Hollywood e al Rolling Stones. Un Natale entra nella basilica di sant'Eustorgio, qualcosa le si scioglie dentro. È il primo passo di una conversione che a ventotto anni porterà suor Anna Nobili, oggi quarantatreenne, a entrare nella congregazione delle Suore operaie di Nazareth. Nel 2008, a trentotto anni, mette il suo talento di ballerina a servizio di Dio e fonda a Palestrina la scuola di danza cristiana Holy Dance, frequentata da centodieci persone, soprattutto bambini. Racconta la sua storia nel libro Io ballo con Dio. La suora che prega danzando (Mondadori).
Ieri suor Anna Nobili è stata una delle testimonial del programma estivo 2013 degli oratori milanesi, dal titolo «Every body. Un corpo mi hai preparato». Accanto a lei la trentanovenne Simona Atzeri, ballerina milanese, pittrice e scrittrice senza braccia dalla nascita, testimone di come il limite possa diventare l'opportunità di un superamento e di un'esistenza vissuta in pienezza.
La stagione dell'oratorio è dedicata al corpo, con giochi musica e laboratori che hanno in comune la centralità del fisico, aspetto un po' trascurato nella tradizione occidentale. «Oggi il corpo è esaltato, esibito e talvolta idolatrato, ma anche purtroppo banalizzato, disprezzato e persino violato» si legge così nell'opuscolo che presenta gli appuntamenti dell'estate in parrocchia.
Nei mille oratori le attività inizieranno il 10 giugno e proseguiranno per quattro o cinque settimane, coinvolgendo cinquantamila animatori e circa trecentomila ragazzini.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...