Da domani tre giorni dedicati alle mode rétro Le dieci icone più celebri di Yves Saint Laurent

Bei ricordi del tempo che fu! Come resistere al richiamo della favolosa «età dell'oro», quando tutto aveva più gusto e colore, e perfino il bello era più bello? Semplice: non proviamoci affatto. Prendiamo sottobraccio la nostra passione e immergiamoci in questa edizione autunnale di Milano Vintage Week, o meglio Week(end), da domani a domenica 9 allo showroom Riccardo Grassi di via Piranesi, con tanti ritorni e tantissime sorprese.

Milano si conferma una volta di più capitale del vintage a regola d'arte, almeno a giudicare dalla quantità e qualità di fiere, mostre-mercato, eventi dedicati al gusto retrò: dai vestiti alle auto e moto, dai libri agli arredi e oggetti d'epoca, quasi non passa mese senza uno o due «save the date» per collezionisti. Più che una semplice esposizione, sarà una vera e propria kermesse, promettono gli ideatori Andrea Franchi e Francesca Zurlo. Sono tanti i motivi per non perdersi la tre giorni. Si potrà acquistare, certo, e in vista del Natale un bel regalo impreziosito dal tempo può rivelarsi un'idea vincente. Ma si potranno anche donare oggetti in buono stato, grazie al progetto «Vieni, dona, acquista» in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava. Sempre in tema di Natale, la scrittrice Aura Nobolo ci dirà come festeggiare con stile, preparare una buona tavola e fare «Pacchetti a più non posso» (tutti i giorni alle 17). E per chi crede che la felicità non si possa fissare su carta e tessuto, l'archivio di A.N.G.E.L.O. ha preparato una monografica su dieci creazioni iconiche di Yves Saint Laurent, il «fabbricante di felicità» che ha rivoluzionato la moda al femminile. A proposito di stoffe e affini: Malìparmi porta a Milano la capsule collection «Tessuto della memoria», già protagonista ai Venice Fashion Days, frutto di un progetto di recupero di stampe e fantasie fuori produzione che hanno fatto la storia del brand.

E dopo il «come ci vestivamo», ecco «come ci pettinavamo» e «come ci truccavamo»: tornano i look di ieri con «Vintage make-up experience» e «Happy hair», dalle 11 alle 20, accanto ai tutorial di Caterina Todde (alle 15).

Non ci sarà solo moda, ma anche oggetti, accessori, gioielli e film d'epoca, nella saletta Amarcord. E parole, tante parole, perché il vintage è anche una miniera di ricordi. Che prenderanno voce ogni sera, alle 18.30, grazie ai tre giovani scrittori ospiti di «Ti racconto una storia»: Ciccio Rigoli, Luigi Vergallo e Giovanni Celsi.

Commenti