Egiziano vuole «islamizzare» la fidanzata L’italiana si rifiuta e sono botte, arrestato

Prima l’aveva fatta innamorare, poi aveva tentato di islamizzarla, pretendendo che non vestisse, e soprattutto non agisse secondo i costumi occidentali. Alla fine lei l’aveva lasciato, concludendo una relazione che si stava davvero trasformando in un incubo terribile.
Ma lui Mohamed Sayed egiziano di 28 anni, ha continuato a perseguitarla e terrorizzarla per otto mesi, fino a quando, un paio di giorni fa, i carabinieri di Bollate sono riusciti a individuarlo e arrestarlo per stalking ed altri reati. La tormentata storia d’amore inizia lo scorso anno quando E.I., impiegata ventottenne conosce il giovane egiziano, un clandestino senza fissa dimora, che si spaccia invece per uno studente lavoratore. Fra i due nasce una relazione sentimentale che sembrava filare liscia, sino a quando le differenze tra due mondi culturali opposti, non è diventata evidente ed opprimente.
Lui infatti pretendeva che la giovane impiegata divenisse una remissiva donna islamica, nei comportamenti ed anche nell’abbigliamento. Una condizione alla quale la ragazza ha cercato di opporsi sempre più energicamente, ricevendo in cambio insulti e botte. Alla fine ha deciso di lasciarlo, sperando che la rottura ponesse termine alla tormentata relazione. L’egiziano però non si è rassegnato, ed ha cominciato a perseguitare la sua ex con una valanga interminabile di sms, telefonate, pedinamenti, e denigrazione della poveretta presso i colleghi di lavoro. Senza contare una recente aggressione avvenuta alla stazione ferroviaria di Bollate, dove la donna picchiata selvaggiamente e messa in salvo grazie all’intervento di un ferroviere, era finita subito in ospedale a seguito delle numerose ferite riportate.
Lo scorso mese di aprile la vittima ha chiesto aiuto ai carabinieri, denunciando l’egiziano che, avendo fornito alla sua ex false generalità era diventato di fatto irreperibile, pur continuando a molestarla ogni volta che la incontrava da sola. Un paio di giorni fa ha cercato di inscenare l’ennesimo show nel centro commerciale dove lavora l’impiegata, ignaro del fatto che i militari tenevano d’occhio la vittima. Così, non appena ha iniziato a molestarla, colto in flagranza, sono scattate le manette e la procedura per la sua espulsione dall’Italia.

Commenti