Giro di valzer in ospedali e Ats Ecco i nuovi direttori generali

Giro di valzer in ospedali e Ats Ecco i nuovi  direttori generali

Sanità, giro di valzer. Ieri sera la giunta della Regione Lombardia guidata da Attilio Fontana ha ufficializzato le nomine dei manager che dovranno gestire le aziende territoriali sanitarie e gli ospedali per i prossimi cinque anni.

Dal 1 gennaio Walter Bergamaschi, ex direttore generale dell'assessorato al Welfare della Regione e per un anno e mezzo dell'Università degli Studi di Milano, prenderà il posto Marco Bosio come direttore generale dell'Ats (ex Asl) Città Metropolitana. Marco Bosio, invece, è stato chiamato dal 2019 a dirigere l'ospedale Niguarda, al posto di Marco Trivelli alla guida dell'Asst dal 2015, che prenderà il comando degli Spedali Civili di Brescia. Cambio di guardia anche all'Asst Santi Paolo e Carlo dove Matteo Stocco, oggi al San Gerardo di Monza, sostituirà Marco Salmoiraghi. Confermati, invece, i manager alla guida dell'Asst Fatebenefratelli Sacco, Alessandro Visconti e Francesco Laurelli all'Asst Gaetano Pini e il Centro Traumatologico Ortopedico.

Confermato il numero uno dell'Istituto Nazionale dei Tumori, Stefano Manfredi, mentre alla Fondazione Irccs Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico Milano dal 1 gennaio Ezio Belleri, dal 2015 alla guida degli Civili di Brescia, prenderà il posto di direttore generale di Simona Giroldi. Paola Lattuada è stata scelta dalla giunta guidata dal governatore Fontana a dirigere l'Istituto Neurologico Besta, al posto di Germano Pellegatta. Anche le fondazioni ospedaliere a breve vedranno cambi o conferme delle presidenze.

Commenti