Milano

Investe e uccide 11enne: il pirata della strada guidava senza patente

Dopo lo schianto il guidatore è fuggito senza prestare soccorso: il22enne si è costituito dopo ore. Ancora da capire se non abbia mai conseguito il titolo per guidare o se gli sia stato revocato

Investe e uccide 11enne: il pirata della strada guidava senza patente

Un bambino di 11 anni è stato investito e ucciso mentre era a bordo della sua bicicletta con il papà che lo affiancava. L'incidente è accaduto verso mezzanotte in via Bartolini, zona viale Certosa, alla periferia nord-ovest di Milano. Il ragazzino, di origini egiziane, è morto sul colpo poco lontano dal negozio in cui lavora il padre. Subito dopo lo schianto mortale, l'autista è fuggito senza fermarsi. Dopo circa quattro ore, poco prima dell’alba, il conducente si è però costituito alle forze dell’ordine. Si tratterebbe di un 22enne italiano che sarebbe risultato privo di patente. Il particolare in questione è emerso da fonti della procura: "Non è ancora chiaro se il 22enne non abbia mai conseguito il titolo di guida oppure se la patente gli fosse stata revocata". Il fascicolo è adesso nelle mani del pubblico ministero di turno Rosario Ferracane.

Il pirata della strada è fuggito

Il ragazzino di 11 anni stava tornando a casa con il padre quando improvvisamente un'auto l'ha investito uccidendolo sul colpo. La vittima, nata a Milano, era di origine egiziana e a dicembre avrebbe compiuto 12 anni. Quando il personale sanitario del 118 è giunto sul posto non ha potuto fare altro che constatare il decesso del piccolo, avvenuto per il violento impatto. Il 118 ha soccorso anche il padre, che si trovava in una condizione di profondo choc. L'automobilista che ha investito il piccolo, a bordo di una Smart, si è dato immediatamente alla fuga senza prestare soccorso al bimbo.

Si è costituito dopo qualche ora

Alcune ore dopo, verso le 4.30, ci ha però ripensato e ha scelto di costituirsi. Il pirata della strada è stato quindi portato portato in caserma. Secondo quanto emerso si tratta di un italiano di 22 anni, la cui posizione è ora al vaglio delle autorità competenti. Nelle prossime ore verrà anche appurato se al momento del tragico incidente fosse sotto l’effetto di alcol o droga. Sembra comunque che fosse privo della patente di guida. Ancora da accertare se non avesse mai conseguito il permesso di condurre l’automobile o se gli fosse stato revocato. Le indagini sono state svolte dagli uomini della locale. Al momento non sono ancora note le cause dello schianto, che è avvenuto all'altezza di via Bartolini al civico 42. Le due biciclette, quella della vittima e quella del padre, si stavano muovendo da piazza Firenze in direzione di piazza Prealpi. Sembra che anche l’auto stesse viaggiando nella stessa direzione.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti