Iva su donazioni agli ospedali. Artigli dello Stato sulle onlus

La denuncia di una fondazione: "Pretendono imposte per 300mila euro su 1,6 milioni che abbiamo raccolto"

Trecentomila euro raccolti con tanta con fatica da una onlus e subito consegnati allo Stato come imposte. È questa la kafkiana vicenda, esemplificativa di quanto andato in scena tante volte in Italia durante l'emergenza Covid per colpa del sistema fiscale. Una beffa per una fondazione che con i fondi raccolti da grandi gruppi come Chanel che ha uno stabilimento di scarpe a Parabiago e tanti singoli cittadini che si sono privati anche di 10 euro pur di dare il loro contributo, ha comprato macchinari per la sopravvivenza e la cura dei pazienti lombardi ricoverati per Sars-Cov-2. Dovendoci poi versare le imposte e quindi «buttare» un'ingente parte della somma raccolta per pagare l'Iva.

La vicenda, ma sono tante in tutta Italia, è quella della Fondazione degli ospedali di Abbiategrasso, Cuggiono, Legnano, Magenta onlus, nata nel 2013 per volontà dell'Asst Ovest Milanese «per poter svolgere attività non strettamente sanitarie ma ad esse connesse per il benessere dei pazienti, degli operatori e dei loro familiari». L'Asst ha creato un soggetto autonomo «cui affidare lo sviluppo di diverse iniziative a supporto della vita dei quattro ospedali - si legge nella presentazione - Un nuovo strumento per dare risposte a pazienti e operatori, alle loro famiglie e a tutte le altre aggregazioni di cittadini che vivono intorno alla Comunità ospedaliera».

Ecco allora che durante l'emergenza Coronavirus che ha messo in ginocchio l'intero sistema ospedaliero lombardo, la Fondazione si è occupata di funzioni fondamentali per la vita stessa dell'ospedale come raccogliere fondi sul territorio per acquistare macchinari, di concerto con le direzioni ospedaliere: telecamere per la sorveglianza dei pazienti, monitor multiparametrici, ventilatori polmonari, sistemi spirometrico, ecografi, videolaringoscopi, mini ecografi da letto, capnometri. «Tutto grazie a 2.722 donazioni private per quasi 1,6 milioni di euro raccolti - racconta il presidente Norberto Albertalli -: di questi ne abbiamo spesi 1,3 milioni in apparecchiature e dispositivi, perché 300mila sono buttati per pagare l'Iva al 22 per cento. Solo in alcuni casi abbiamo potuto recuperare l'Iva, pari a 60mila euro, per l'acquisto di determinate macchine».

Un altro caso paradossale riguarda i dispositivi di protezione individuale come le mascherine, introvabili per mesi in tutta Italia e, come noto, bene preziosissimo e costosissimo: «Su 200mila mascherine che siamo riusciti a procurarci per contenere il contagio tra il personale sanitario, abbiamo speso 42mila euro di Iva - racconta Albertalli - E dire che siamo una onlus che riceve il 5 per mille...». Non solo: aspetto ancora più assurdo, spiega il presidente della Fondazione Ospedali dalla sua nascita, il fatto che «noi ci sostituiamo allo Stato procurando agli ospedale mascherine, ventilatori, ecografie e poi siamo costretti a versare allo stesso Stato la tassa su beni che abbiamo acquistato grazie a donazioni private». Tra i regali ricevuti dai 4 presidi anche macchine per il caffè, tablet e Iphone che hanno permesso ai pazienti di mettersi in contatto con i propri famigliari e vivere qualche momento di gioia e di conforto. Così sono arrivate anche uova e colombe pasquali.

Non solo, la Fondazione ha sostenuto le spese per l'inserimento in organico di tre medici e ha pagato 51 notti nei due alberghi di Legnano e Magenta trascorse dal personale medico e paramedico che con responsabilità e spirito di abnegazione, non è potuto ritornare a casa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Lun, 29/06/2020 - 10:27

Vero che sugl'omaggi l'IVA deve essere applicata, ma a questo punto devi dare la possibilità di poterla scaricare a monte. Se le donazioni sono andate per l'acquisto di macchinari il conto IVA si pareggia e lo Stato non può reclamare nulla perché il diritto tributario vieta esplicitamente la doppia imposizione, ma perché alcuni sì ed altri no? La Protezione Civile deve pagare l'IVA? Cosa vuol dire che lo Stato incamera il 22% di quello che dono alla Protezione Civile? Non doniamo più nulla allora! io dopo il terremoto in Emilia non verserò più nulla alla protezione civile, dopo gli Arcuri ed i Borelli ancora meno.

steacanessa

Lun, 29/06/2020 - 10:47

Mia moglie è purtroppo affetta da demenza senile ed è assistita da una bravissime badante romena socia di una cooperativa. A fine mese ricevo la fattura gravata dal 5% di iva. Non ho commenti, trascenderei.

cir

Lun, 29/06/2020 - 10:51

piu' che giusto.

maurizio50

Lun, 29/06/2020 - 10:53

La voracità dei ladroni dello Stato non ha limite. Poi il Governo degli intelligenti regala milioni di Euro alla Bolivia e alla Tunisia. Questo è il Comunismo all'Italiana, dove a pagare sono sempre e solo gli Italiani!!!

flip

Lun, 29/06/2020 - 11:02

IL GOVERNO' cominciasse a vietare i versamenti e le offerte ai partiti , alla chiesa alle onlus varie ecc. ecc. perche è pura evasione fiscale in quanto riducendo falsamente il reddito si pagano meno tasse!.... o imporre un'altro sistema di regisrtrazione contabile (prima calcoli le tasse sul reddito reale e poi fai le offe a che vuoi!

cir

Lun, 29/06/2020 - 11:14

flip Lun, 29/06/2020 - 11:02 : e' sufficiente che qualsiasi donazione sia una vera donazione , Non una riduzione dell' imponibile.

cir

Lun, 29/06/2020 - 11:18

. L' IVA e' una truffa che viene imposta dallo stato assurda e ingiusta . A meno che venga data completamente ai dipendenti e pensionati in aggiunta allo stipendio tipo : 1500 euro piu' 20% = 1800 euro. la cui IVA ogni 3/6/ oppure 12 mesi debba essere restituita allo stato completamente meno le varie IVA pagate su tutti i prodotti e prestazioni del caso . Vi garantisco che il nero scomparirebbe in un baleno , e l' IVA sarebbe solo un meccanismo per farlo emergere.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 29/06/2020 - 13:08

La mano lunga della piovra.

titina

Lun, 29/06/2020 - 13:57

Se l'Iva la paghiamo tutti non vedo perchè le onlus non debbano pagarla.

Ritratto di Lissa

Lissa

Lun, 29/06/2020 - 14:06

La sinistra oltre che diabolica e perfida, quando si tratta di prendere moneta.

Gianca59

Lun, 29/06/2020 - 19:24

Vergogna senza limiti, stato accattone