L'addio di Giulio con orgoglio «No a rimpianti»

Lascia il Palazzo: per lui incarico dentro Forza Italia

«Nessun rimpianto, ho sempre inteso la politica come servizio per i cittadini. Dopo mesi senza sosta, ritengo concluso il mio turno di guardia». Così, col dovuto aplomb e un notevole stile, Giulio Gallera dichiara chiusa la sua stagione all'assessorato al Welfare, iniziata nel 2016 e finita ieri col rimpasto di metà mandato della giunta Fontana.

L'esponente milanese di Forza Italia prende atto che le «condizioni politiche» per andare avanti non ci sono più - fa parte della politica - ma nello stesso tempo rifiuta un posto da sottosegretario che avrebbe significato per lui un «declassamento». Avrà un incarico importante nel partito: un dipartimento nazionale. Lascia l'assessorato ma non certo la politica, Gallera. Anzi, in un certo senso torna alla politica, quella che ha già masticato a lungo, nonostante i «soli» 51 anni, e sempre con passione. Torna alla politica e non ci torna da solo, visto che i «suoi» non hanno mancato l'occasione per mostrargli una vicinanza umana e politica che si è cementata in tanti anni di attività che è stata sì di partito, ma anche di «squadra».

Il passaggio è delicato e quando si è profilata la perdita del posto da assessore c'è stato anche il momento dell'amarezza, poi rimpiazzata dall'orgoglio, testimoniato dalle parole di tanti, dal consigliere comunale Alessandro De Chirico alla vicepresidente del Consiglio di Zona 4 Rosa Pozzani. «Sin dall'inizio della mia attività politica ha spiegato Gallera ho ricoperto ruoli di responsabilità, senza mai risparmiarmi. Mi sono trovato a governare il sistema sanitario più complesso d'Italia nel periodo peggiore della sua storia: qui è scoppiata la bomba atomica, che ha colpito la Lombardia prima di ogni altra regione del mondo occidentale».

Poi, un'affermazione che suona anche come la rivendicazione di un lavoro condiviso: «Insieme al presidente Fontana e alla Giunta ha proseguito Gallera abbiamo messo in campo tutte le azioni necessarie per arginare la pandemia. Nessuno ci aveva consegnato un libretto delle istruzioni, nessuno ha indicato la strada da percorrere per sconfiggere il Coronavirus. L'esperienza è stata estenuante, mi ha profondamente segnato e la porterò con me a livello umano e professionale. La nostra Regione ha dimostrato una grande reattività, rivelandosi capace di reggere un urto catastrofico. Sulla scorta di quanto accaduto nel corso della prima fase, abbiamo affrontato la seconda recrudescenza del virus in modo molto più efficace e tempestivo». «A seguito della decisione dei partiti della coalizione di portare alcuni avvicendamenti all'interno della Giunta sottolinea Gallera ho ritenuto concluso il mio turno di guardia. Al di là delle fantasiose ricostruzioni, non ho preteso nessun altro incarico amministrativo. Quest'ultimo anno mi ha fortemente provato, il Coronavirus non ha concesso alcuna tregua». Quindi i ringraziamenti a «medici, infermieri, operatori della sanità ospedaliera e territoriale». «Una grande squadra - ha concluso - che ha confermato la qualità della sanità lombarda».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/01/2021 - 10:21

Grande e correttissimo comportamento, a differenza degli incapaci sinistri che ancora questa notte hanno litigato per la poltrona.

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 09/01/2021 - 10:58

leonida55, mi fai la carineria di dirmi chi ha cacciato gallera? conte? di maio? de luca? dai dammi la dritta! il vostro pensiero è troppo "sbandato"!

Gianca59

Sab, 09/01/2021 - 11:32

Per lui giustamente non un incarichetto da sottobosco: dopo le grandi capacità dimostrate nell' ultimo anno va tenuto sempre in prima fila pronto per zompare nel futuro governo di cdx.

Ritratto di Smax

Smax

Sab, 09/01/2021 - 11:35

Gallera si dimette. Quelli di lazio campania puglia sono sempre li.

Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 09/01/2021 - 11:37

certo che siete grandi, come si fa a difendere gallera e pure ad esaltarlo? le sue azioni parlano da sole!

Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 09/01/2021 - 11:38

giovinap, sara la stata la fata turchina a cacciarlo, queste cose a destra non succedono, come ci insegna leonida55

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Sab, 09/01/2021 - 12:31

Nessun rimpianto , da Lombardo confermo al 100% , nessun rimpianto per la rimozione ( questo e' ) di un incapace oltre ogni limite. meno male che torna la Moratti ,che con i suoi consulenti a 1500 euro al giorno, mettera' a posto tutto .

Gianca59

Sab, 09/01/2021 - 12:31

@Nahun: a sinistra voleva dire .....

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 09/01/2021 - 12:45

Ma... e il povero Fontana? Separare lui da Gallera sarebbe come dividere Totò da Peppino, Stanlio da Ollio, Franco da Ciccio! Beh, a pensarci bene anche donna Letizia, sindaca recordwoman in Italia per aver presenziato per ben TRE VOLTE in un anno in consiglio comunale a Milano (2009), ha le carte giuste per fare da nuova spalla al governatore della Lombardia. Come non dimenticare le sue accuse di furto d'auto rivolte a Pisapia che decretarono la sua sconfitta al ballottaggio? Per non parlare della sua perentoria risposta "Nessuna tolleranza per le moschee abusive!" dinnanzi alla interrogazione burla comparsa su twitter "Cosa ne pensa della moschea abusiva in VIA PUPPA, nel quartiere di SUCATE?".

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 09/01/2021 - 12:53

Anche io non ho alcun rimpianto. La sanità lombarda ha subito gli stessi tagli di quella italiana. Per le visite specialistiche ci vogliono mesi e mesi di prenotazione e se hai fretta vai a pagamento. Stiamo ancora aspettando il vaccino anti influenzale in farmacia. Hanno tolto le strutture polispecialistiche pubbliche a favore di quelle private. Hanno messo il numero chiuso alle facoltà di medicina e molti laureati per trovare lavoro sono emigrati; adesso ci dicono che mancano medici e infermieri. Comunque non penso che con il nuovo corso Moratti le cose possono cambiare.

Giallone

Sab, 09/01/2021 - 13:20

Super Max, Gallera non si è dimesso, è stato cacciato per manifesta incompetenza.

Giallone

Sab, 09/01/2021 - 13:25

Super Max, hai ragione, anche in Campania abbiamo un governatore comico, ma nessuno poteva superare Gallera. Che peccato non averlo più per tirarci su il morale!

Giallone

Sab, 09/01/2021 - 13:40

L'orgoglioso Gallera ha lasciato la Lombardia all'ultimo posto, insieme alla Calabria, per numero di vaccinazioni Covid19 fatte. Entrambe le regioni hanno governatori di estrema destra, qualcosa vorrà dire!

Giallone

Sab, 09/01/2021 - 13:48

Nando, la tua analisi della sanità lombarda è perfetta. Lo confermo perché ho lavorato nel settore per tanti anni.

Ritratto di neizmjernelopteligaša

neizmjernelopte...

Sab, 09/01/2021 - 14:20

Responsabile nazionale dei cartelli comunali, delle ferie dei medici, del"mi infetto solo se nella stessa stanza ci sono 2 malati di covid al 50%" e soprattutto della febbre al 37,5% (trentasettevirgolacinquepercento)...

Ritratto di faman

faman

Sab, 09/01/2021 - 15:06

ora tutti ad elogiare Gallera che se ne è andato con stile, silurato dai suoi compagni di cordata per incapacità

BEPPONE50

Sab, 09/01/2021 - 16:15

Un incarico in Forza Italia una cosa pessima in Nove nesi di pandemia ha dimostrato la pochezza di un politico in tutti i sensi La cosa bella in conferenza stampa Fontana dice che ha lavorato tanto ora e' stanco ma ci prendono per i fondello questi personaggi Ora in Lombardia con la Moratti le cose cambieranno in meglio e Fontana e' in effetti commissionato

Happy1937

Sab, 09/01/2021 - 17:06

È certamente un brava persona, ma non basta per ricoprire certi ruoli.

Giallone

Sab, 09/01/2021 - 17:28

Pensandoci bene, nonostante la perdita di Gallera, Crozza troverà un altro soggetto per il suo spettacolo, pensate la Moratti che corregge come una brava badante, o meglio una maestrina, le stupidaggini che Fontana continuerà a dire. Può uscirne qualcosa di comico.

Ritratto di max2006

max2006

Dom, 10/01/2021 - 14:53

Tutti a parlare male di Gallera e ci sta visto come ha gestito la pandemia in regione e di Fontana definiti dai sinistri che scrivono su questo Giornale come Gianni e Pinotto o Stanlio e Ollio. Ci può stare se a livello centrale il trio Conte, Speranza e Arcuri avessero gestito come geni la loro parte. Ma non lo hanno fatto, e ripassiamo un pò i fatti: Conte dalla Gruber disse che l'Italia era pronta in caso di pandemia, Speranza che scrive un libro dal titolo "Come abbiamo sconfitto il virus" poi ritirato per via della seconda ondata, ricordate voi sinistri? Arcuri che compra banchi a rotelle per più di 400.000.000 di euro invece di implementare i trasporti pubblici per poi dare colpa alle regioni. E queste è solo la punta dell' iceberg. Ma non vi vergognate? La Lombardia avrà sicuramente le sue colpe ma guardate il vostro governo lo schifo fatto pur avendo i super poteri derivanti dallo stato di emergenza che dura da quasi un anno. Fate ridere i polli.

Gianca59

Lun, 11/01/2021 - 12:03

@max2006: lei ha perfettamente ragione, solo che sono mesi che i titoli su questo sito parlano di Conte asfaltato, steso, umiliato, etc....solo che sono chiacchere, Conte è ancora li con Arcuri e Speranza. Dobbiamo sperare in Renzi, anche se temo che al voto non ci andremo prima della fine della pandemia....

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 11/01/2021 - 15:19

simax 11,35, ti sfugge un piccolissimo particolare, lazio, campania e puglia sommate hanno avuto un quarto dei morti della lombardia! per ciò togli il tricolore dal tuo nick e mettici il vessillo di alberto da giussano!