Maniaco choc in metro: quegli atti osceni sul vagone

Lo sconosciuto, seduto davanti alla giovane, aveva estratto il pene dai pantaloncini. La donna con coraggio lo redarguisce e lo costringe a scendere dal mezzo

Maniaco choc in metro: quegli atti osceni  sul vagone

Era seduto in un vagone della metropolitana e, con un gesto di assoluta nonchalance, ha mostrato il pene ad una ragazza. Quest’ultima, disgustata dall’azione del maniaco, con tono deciso gli ha chiesto spiegazione e, poi, con grande determinazione, lo ha costretto a scendere dal convoglio. La storia raccontata da Milano Today è accaduta ieri sulla linea 2 della metro di Milano.

Lo sconosciuto approfittando della carrozza semivuota si è accomodato di fronte la ragazza. La scelta del posto, probabilmente, non è stata causale ma dettata dalla folle volontà di farsi notare dalla donna. Quasi subito, infatti, il maniaco ha tirato fuori il pene dai pantaloncini ed è rimasto a braccia conserte.

Quando la donna se ne è accorta lo ha filmato con il suo smartphone e lo ha pesantemente redarguito. Nel filmato si sente la vittima di quelle sgradevoli attenzioni che chiede spiegazioni al molestatore e lo prende a male parole. La giovane, per nulla intimorita, costringe lo sconosciuto a scendere alla fermata di Romolo.

“Ha tirato fuori il suo pene – ha spiegato la donna - e ha iniziato a toccarsi davanti a me. All'inizio non me ne ero accorta, dopo però quando ormai era fermo, ma aveva ancora il pene di fuori, gli ho chiesto spiegazioni. Ero molto arrabbiata...".

L’incubo per la viaggiatrice, però, non era finito. Il maniaco non si era allontanato ma era salito su un altro vagone della metro. “Continuava a seguirmi e a cercare di parlarmi. Siccome non mi lasciava stare ho deciso di chiedere aiuto e un signore dell'Atm, che ha chiamato la polizia”. Solo a quel punto il balordo è scappato facendo perdere le sue tracce.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti