Milano, Sala firma l'ordinanza: misure economiche e stop mercati scoperti

Tari dilazionata, stop alle rate di nidi e mense scolastiche e altre misure. L’ordinanza è stata firmata nel giorno in cui la città ha registrato 333 nuovi casi positivi in solo 24 ore

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha annunciato nuove importanti riforme economiche per la città, proprio nel giorno in cui a Milano si sono registrati 333 casi positivi in più, in solo 24 ore, arrivando così a 925 contagiati. Da una parte il primo cittadino ha cercato di dare respiro alle famiglie e alle imprese che, in un momento così difficile per la propria salute, devono anche fare i conti con le spese e con il conto in banca. Dall’altra ha pensato a limitare i luoghi dove il coronavirus può trovare una maggiore diffusione.

L'ordinanza del sindaco di Milano

Sala ha scritto tutto su un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. Ha iniziato parlando dell’esenzione “del pagamento per i mesi di chiusura straordinaria dei nidi e la proroga del pagamento della frequenza degli stessi del mese di gennaio al 30 aprile”. Precisando che i nuclei familiari che hanno già precedentemente saldato l’intero anno avranno diritto al rimborso per i mesi in cui la struttura è rimasta chiusa. Inoltre è stato deciso il differimento al 15 maggio del pagamento dei contributi al servizio di mensa scolastica a Milano Ristorazione Spa, e “il rimborso parziale delle quote per il periodo non usufruito, per chi abbia già effettuato il versamento totale della quota annua”.

Per quanto riguarda gli affitti e le concessioni dovute al Comune per gli immobili di sua proprietà assegnate ad attività commerciali, culturali, giovanili, sport e del tempo libero nonché alle imprese, è stato rinviato il pagamento delle prime tre rate del 2020. La Tari potrà essere dilazionata in quattro rate, al posto delle due in vigore sinora. Il primo cittadino ha pensato anche ad ampliare l’esenzione del pagamento dei parcheggi per medici, infermieri, farmacisti e operatori sanitari. Coloro che sono iscritti agli Ordini, oltre a poter entrare gratuitamente nell’Area C, potranno anche sostare liberamente sia nelle strisce blu che gialle. Lo stesso varrà per la polizia locale e tutte le altre forze dell’ordine.

Stop ai mercati scoperti

Qualora dovessero entrare in vigore, da parte del governo o della Regione, altri provvedimenti maggiormente restrittivi, verrà stabilita la sospensione di Area B e Area C. Nel pacchetto di misure firmato oggi dal sindaco anche “la sospensione dei mercati scoperti settimanali cittadini fino al temine dell’emergenza. Rispetto alle misure che stiamo cercando tutti di osservare, i mercati costituivano una occasione di eccessivo assembramento di persone, come più volte segnalato” ha spiegato. Il testo integrale dell’Ordinanza è presente sul sito del Comune di Milano.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.