Nomadi, clandestini e spaccio nella "favela" di via Adriano

Il palazzo mai finito è rifugio di disperati e sbandati. I residenti chiedono alla giunta un intervento urgente

Un edificio molto grande, su sette piani, con i lavori lasciati a metà e ancora le impalcature. Abbandonato da anni e occupato da una cinquantina di clandestini, rom, sbandati di ogni tipo. Gli abitanti del quartiere Adriano - il palazzo si trova tra via Adriano e via Mulas - si sono rivolti diverse volte al Comune per far sgomberare e mettere in sicurezza questa terra di nessuno. Ma senza successo. Denuncia Silvia Sardone, consigliera comunale di Forza Italia: «Ho segnalato decine di volte, insieme ai cittadini della zona, questo problema e avanzato alcune proposte. Ma l'amministrazione non ha mai voluto intervenire».

A protezione dello stabile c'è solamente una recinzione in plastica. Chiunque cerchi un tetto può entrare. All'esterno si vedono panni stesi e cumuli di rifiuti sparsi ovunque, all'interno (nei video girati dai residenti della zona, dalla stessa Sardone e anche da Striscia la notizia) bici rubate e smontate, materassi, fornelletti, resti di pasti, veri e propri «appartamenti» improvvisati. «Non ci vivono solo immigrati e disperati - continua Sardone - ma anche delinquenti. Gli abitanti hanno fotografato diversi pusher e maniaci nudi sono stati visti vicino alle scuole. Inoltre nella zona furti, rapine e spaccio continuano ad aumentare». La società che stava costruendo il palazzo, che doveva diventare una residenza per anziani, è fallita e da allora è in una situazione di totale degrado. I controlli su questo rifugio - spiegano i residenti - sono inesistenti. Aggiunge la consigliera di Fi: «Ho chiesto che il Comune ordinasse alla proprietà la messa in sicurezza o che esercitasse i poteri sostitutivi per ragioni di ordine pubblico per agire subito. Nessuna risposta. Con la precedente amministrazione erano stati promessi sgomberi ogni settimana, mai eseguiti. Con la nuova nulla è cambiato, immobilismo perenne e illegalità sotto gli occhi di tutti».

I pericoli riguardano sia gli occupanti dello stabile, tra cui possono nascere risse e violenze, sia i residenti del quartiere. L'edificio infatti si trova vicino a numerose abitazioni e anche a un asilo. L'alternativa proposta da Forza Italia è quella di trasformare il palazzo in una scuola media, visto che il quartiere Adriano ne ha bisogno da anni. Gli appelli però sono rimasti inascoltati. L'accusa alla sinistra è che sottovaluti il problema e lo stato di abbandono di questo angolo di periferia.

«Chiediamo - annuncia Silvia Sardone - che l'assessore Carmela Rozza e il sindaco Giuseppe Sala intervengano al più presto con gli sgomberi e un'ordinanza urgente per chiudere gli accessi, come fatto per situazioni gravi simili». Ad esempio come è successo nel caso dell'immobile abbandonato in via Lattanzio, dove lo scorso marzo è morto un senzatetto precipitando da una finestra. Un intervento prima che accada il peggio è quello che chiedono da tempo gli abitanti. Mentre la consigliera forzista avanza un dubbio: «Sembra quasi - conclude - che al Comune faccia comodo usare queste aree abbandonate come ricovero abusivo per immigrati clandestini».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maurizio50

Dom, 24/07/2016 - 09:07

L'eredità delle Amministrazioni cattocomuniste non si cancella tanto facilmente.Ordine pubblico e sicurezza dei cittadini non sono mai stati obiettivi dell'Amministrazione di Pisciapia. Certo non lo saranno nemmeno dell'Amministrazione attuale, che si muoverà sulla falsariga della precedente!!

Reziario

Dom, 24/07/2016 - 10:25

Bravi, ottimo articolo. Fatene più spesso di questi servizi: Milano è piena di queste situazioni, ci sono sempre più zone franche terra di nessuno dove sembra di stare in una narcoperiferia sudamericana.

Una-mattina-mi-...

Dom, 24/07/2016 - 11:27

L'ITALIA COL SEGNO PIU' renziana, ci regala ogni giorno florilegi di questo tipo, e non accenna a ravvedersi, macchè, continua ad importare uomini selvatici da ogni dove.

luigi1947

Dom, 24/07/2016 - 12:59

Ma l'esercito in Italia non esiste ? mandiamo i militari a fare piazza pulita ! ovviamente con conseguenti espulsioni e rimpatri.

angeli1951

Dom, 24/07/2016 - 14:37

Va bene la denuncia pubblica di tale degrado, ma i sinistri se li sono voluti i milanesi ed è opportuno che ne subiscano le conseguenze.

joecivitanova

Dom, 24/07/2016 - 14:42

..Signori, suvvia, questa è INTEGRAZIONE, o meglio contaminazione (parola ancor più di moda tra gli artisti sinistrieri), infatti come meglio puoi contaminare un quartiere se non con zingari, clandestini e droga..è la festa del 'Batterio Anarchico', che, in Futuro (anche questo tanto di moda-chissà che sarà poi il futuro, se non il presente, mah..), esalterà sempre più i giovani 'pidementi'..!! g.

Altoviti

Dom, 24/07/2016 - 15:11

Con i comunisti al governo è tutto l'Italia che si sta trasformando in una favela. Ciò vuol dire diminuzione e poi non più turismo ed economia in picchiata ancora di più.

antonio54

Dom, 24/07/2016 - 15:44

Questo è un paese fallito in tutti i sensi, non abbiamo scampo. E' un'umiliazione continua...

Ritratto di il navigante

il navigante

Dom, 24/07/2016 - 16:20

Magari se scrivete anche in quale città si trova questo quartiere Adriano, chi legge ha una informazione più precisa. Grazie

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 24/07/2016 - 16:46

"Sembra quasi CONCLUDE che il comune faccia comodo usare queste aree abbandonate come ricovero abusivo per immigrati clandestini" DICE!!! BRAWA HAI INDOVINATO!!!lol lol.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 24/07/2016 - 17:26

Navigante a VISTA!!!16e20. In alto sopra il titolo c'è scritto, IL GIORNALE.IT MILANO, ed il sindaco Giuseppe Sala dove è stato eletto???? Stammi bene li in AFRITALIA.

nopolcorrect

Dom, 24/07/2016 - 17:38

Comincia la favelizzazione dell'Italia, la sua sud-americanizzazione auspicata da Bergoglio. Evviva!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 24/07/2016 - 18:57

RIPROVOOO!!! Caro navigante A VISTA!!16e20. Sopra il TITOLO dell'articolo c'è scritto IL GIORNALE.IT Milano. Poi il sindaco Giuseppe Sala dove è stato eletto??? Saludos dal Nicaragua.

sparviero51

Dom, 24/07/2016 - 20:43

L'ESTENSORE DELL'ARTICOLO DECIDA SE SEGUIRE "la presidenta" O LO ZINGARELLI. CITA INFATTI :ASSESSORA E ASSESSORE RIVOLTE ENTRAMBE A DUE DONNE DIVERSE !!!