Cronaca locale

Partita del cuore, in campo anche Totti e Batigol

Partita del cuore, in campo anche Totti e Batigol

«Si può dare di più senza essere eroi». La celebre canzone interpretata da Gianni Morandi, Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi al Festival di Sanremo del 1987 potrebbe essere il leitmotiv della «Partita del Cuore» che per la 31° edizione sarà giocata allo stadio di Monza domani sera alle 21 (diretta su Rai2) per sostenere la ricerca sulla leucemia infantile (Comitato Letizia Verga), e l'alzheimer (Cooperativa La Meridiana) . Conduce in campo la spumeggiante Simona Ventura, di nuovo al calcio dopo undici anni; telecronisti d'eccezione Alberto Rimedio e Lele Adani.

La «Nazionale italiana cantanti», riconosciuta dal Presidente della Repubblica, nasce con il preciso scopo di aiutare i bambini che soffrono da un'idea di Mogol, Lucio Battisti e Gianluca Pecchini nel 1982, anno in cui per la prima volta giocò all'Arena di Milano. L'evento nel 1992 diventerà la «Partita del Cuore» e, da quel momento, il progetto non si è mai fermato con 30 partite nazionali, 530 partite locali e 100 milioni di euro devoluti in beneficenza. Dopo Mogol, alla presidenza si sono alternati Gianni Morandi, Eros Ramazzotti, Pupo, Luca Barbarossa, Paolo Belli, Enrico Ruggeri e sul campo ha giocato praticamente tutto il parterre della canzone italiana anche solo per tirare il calcio di inizio, come fece Pavarotti.

Tra i tanti giocatori che hanno offerto la propria immagine a questo progetto intramontabile si possono ricordare il cannoniere Luca Barbarossa, con oltre 100 goal che oggi ha lasciato il testimone a un ottimo Moreno; il favoloso mediano Eros Ramazzotti; Biagio Antonacci che da neofita si è dimostrato una rivelazione; Enrico Ruggeri che nei suoi 30 metri a centro campo offre assist determinanti; Mogol che ha deciso di appendere le scarpe al chiodo solo dopo gli 80 anni; Ligabue il miglior mediano in assoluto; lo storico portiere Paolo Mengoli poi sostituito da Baccini, Buffon, Zenga, Tacconi; Umberto Tozzi ottima mezz'ala e tanti, tanti altri. Ancora una volta, da quella prima Partita del Cuore allo Stadio Olimpico di Roma, il cuore della canzone italiana continua a battere per chiedere sostegno ai più deboli e, il prossimo domani l'appuntamento avrà come protagonisti oltre agli storici Morandi e Ruggeri, Francesco Totti, Gabriel Batistuta, Rkomi, Sangiovanni, Bugo, Alessandro Cattelan, DJ Ringo, Marco Simone, Marco Melandri, Pecco Bagnaia e tanti altri. Se siete sicuri che si possa «fare di più» si può contribuire acquistando il biglietto dello stadio su vivaticket.com o con SMS solidale al 45527 attivo fino al 18 settembre.

Commenti