Pasqua e Pasquetta aperte per ferie nel segno dell'arte

Pasqua e Pasquetta aperte per ferie nel segno dell'arte

Le grigissime previsioni metereologiche, stavolta, sembrano dare ragione a chi trascorre la Pasqua in città; anche perchè l'offerta culturale è, come si suol dire, aperta per ferie, anzi apertissima. Occhio ai turni, però. Se ad esempio i musei civici saranno visitabili soltanto la domenica di Pasqua e chiusi il Lunedì dell'Angelo, semaforo verde anche a Pasquetta per le mostre pubbliche. In testa, ça va sans dire, figura Palazzo Reale con la gettonatissima mostra di Klimt: domani e lunedì gli orari d'apertura saranno dalle 9.30 alle 19.30. Identici quelli delle personali su Kandinskij, Piero Manzoni, e dell'allestimento dedicato a Bernardino Luini.
Anche il Museo del Novecento resterà aperto nei giorni di festa con il consueto orario: domenica 20 e venerdì 25 aprile la collezione permanente e la personale su Bruno Munari saranno visitabili dalle 9.30 alle 19.30, mentre lunedì 21 solo nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 19.30. Ingresso 5-3 Eur.
Dall'Arengario al Castello Sforzesco, che presenta nei cortili le festose installazioni degli animali giganti firmati Cracking Art. La visita ai poli espositivi (dalla Pinacoteca al Museo Egizio), sarà però possibile soltanto il giorno di Pasqua dalle 9 alle 17.30; altrettanto dicasi per l'interessantissima mostra dedicata all'architetto Beltrami.
Gli appassionati di arte contemporanea, invece, possono contare sull'apertura della mostra al Pac dedicata a Regina José Galindo (domani e Pasquetta dalle 9.30 alle 19.30), mentre alla Bicocca, l'Hangar resterà aperto solo a Pasqua e il 25 aprile, dove sono in corso le personali di Cildo Meireles e Micol Assael (orario: dalle 11 alle 23).
Queste feste non mancheranno anche di offrire qualche «chicca». Grazie al contributo dei volontari del Touring Club, domani e Pasquetta sarà visitabile anche il Palazzo della Ragione, nelle cui sale è allestita la mostra «In viaggio con l'Italia» che racconta la storia del turismo con ai progetti multimediali di Studio Azzurro.
Aperte anche le Gallerie d'Italia in piazza Scala osservano il consueto orario, come pure il Museo Diocesano, le cui mostre saranno visitabili dalle 10 alle 18. Semaforo verde, lunedì compreso, anche per il Museo Diocesano (dalle 10 alle 18), per la Pinacoteca di Brera (dalle 8.15 alle 19.15), e per il Museo della Scienza e della Tecnologia (dalle 9.30 alle 18.30). Visitabili anche le case-museo milanesi: il Poldi Pezzoli nel solo giorno di Pasquetta, Boschi Di Stefano nel solo giorno di Pasqua. Dedicata tutta ai bambini la Pasqua del Mic- Museo Interattivo del Cinema: si festeggerà in compagnia di Grisù, il simpatico draghetto comparso per la prima volta in televisione nel 1975.
Dalle mostre alla grande musica. Dopo l'Oratorio di Natale in occasione dell'Epifania, ecco il secondo grande classico de laVerdi Barocca, questa volta per il Lunedì di Pasquetta. l'Ensemble laVerdi Barocca e il gemello Ensemble vocale, diretti da Ruben Jais - fondatore dell'orchestra - e da Gianluca Capuano, portano infatti in scena per il quinto anno consecutivo l'Oratorio di Pasqua (Osteroratorium) per soli, coro e orchestra di Johann Sebastian Bach.

Commenti