Pestaggio al Just Cavalli: indagati cinque 20enni della "Milano bene"

Avvocato pestato davanti al Just Cavalli Cafè

Pestaggio al Just Cavalli: indagati cinque 20enni della "Milano bene"

Era stato vittima di un brutale pestaggio, epilogo di un litigio nato all’interno del Just Cavalli Café di Milano. Per l’aggressione a Luca T., avvocato milanese di 38 anni che il 18 maggio scorso aveva riportato ferite al volto giudicate guaribili in 60 giorni, ieri i carabinieri, su ordine della procura meneghina, hanno perquisito cinque studenti della "Milano bene" di età intorno ai 20 anni.

I cinque ragazzi indagati per lesioni gravi aggravate e rapina dal momento che prima di picchiare selvaggiamente il professionista gli avevano rubato le chiavi della macchina. Un amico dell’avvocato è, invece, stato indagato per favoreggiamento dal momento che, nonostante fosse presente al pestaggio, non ha voluto fornire notizie utili ai carabinieri. "Il tutto - hanno ricostruito i militari - era nato all’interno del locale perché il professionista aveva urtato inavvertitamente uno dei giovani". Il diverbio si era trascinato fuori dal locale. Qui i cinque erano passati alle vie di fatto, colpendo l’uomo a calci e pugni, tanto da procuragli anche delle fratture al volto. Portato in ospedale era stato giudicato guaribile in sessanta giorni per vie anche di una lesione al bulbo oculare. I carabinieri hanno sequestrato agli indagati telefoni cellulari e computer da cui sperano di ricavare altre informazioni sulla vicenda.