Piazzale Milizie, ricicleria ostaggio di rom e balordi

La Lega denuncia abbandono, degrado e insicurezza della zona

Ieri mattina consiglieri di municipio e comunali, assessori, deputati della Lega si sono riuniti in presidio davanti alla ricicleria Amsa in piazzale delle Milizie, alla periferia sud ovest della città, per fare luce sulla situazione di degrado e al limite della sicurezza che vive in tutta la zona lungo la circonvallazione. Abbandoni abusivi di rifiuti davanti e nei dintorni della ricicleria - anche lungo la tratta ferroviaria retrostante -, rom che importunano i cittadini all'ingresso della piattaforma ecologica, forti anche della mancanza di un presidio di Polizia Locale, minacce, un clima di tensione che sta mettendo a dura prova anche i nervi dei dipendenti della stessa ricicleria. Ricicleria che, peraltro, è già stata recintata in passato e difesa da un filo spinato e una sbarra all'ingresso proprio per controllare e limitare l'ingresso solo ai cittadini, lasciando fuori i balordi.

Le maggiori criticità si fanno sentire soprattutto il week end quando i cittadini si mettono pazientemente in fila per consegnare i rifiuti più inquinanti o ingombranti. Peccato che difficilmente riescano a raggiungere l'area deputata perchè vengono taglieggiati e minacciati all'ingresso da un gruppo di rom, accampato lungo la ferrovia retrostante, per fare incetta di rifiuti. Computer e schermi, vecchi cellulari ed elettrodomestici che vengono consegnati a questi disperati che li smembrano e li smontano per portarsi via, con i carrelli della spesa, parti o componenti di loro interesse che poi nascondono nel parco giochi di fronte, esattamente davanti all'ingresso dell'asilo di via Tortona 80. I cittadini e le famiglie che frequentano la scuola materna sono disperati perchè non possono frequentare il parchetto per via dell'accampamento abusivo i nomadi, che spesso diventano anche molesti e che spaventano mamme e bambini. Per non parlare del degrado e della sporcizia che impera nei giardinetti all'angolo di via Tortona. Spaventati anche gli abitanti di quartiere, chi lavora negli uffici, nei negozi accanto alla ricicleria per il degrado l'immondizia e l'atteggiamento violento.

Il deputato Igor Iezzi, il commissario provinciale Stefano Bolognini, il capogruppo Piermario Sarina, i consiglieri di Municipio 6 e il gruppo Lega Giovani Milano puntano a denunciare il «totale abbandono da parte dell'amministrazione delle periferie, nonostante i continui proclami del sindaco: prima la scuola di via Zama, via Gola, i Navigli, la ricicleria, la città non è solo l'albero di Natale di piazza Duomo - commenta Bolognini - e noi continueremo a denunciare tali situazioni».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Dom, 12/01/2020 - 12:34

Votate sinistra, votate! Zitti e vietato lamentarsi

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 13/01/2020 - 10:49

ah ah ah! milano per ora è la città meno sicura d'italia e più degradata d'italia! ma non vi preoccupate ci penserà salahah aukbar! ah ah ah! Gibulca, reip, do ut des, dragoni, ajejebranzow, venita a commentare!

Giorgio5819

Lun, 13/01/2020 - 18:46

Pattume da riciclare..