Razzie, rapine e aggressioni Weekend di paura sui treni

Sgominata banda di borseggiatrici incinte alla Stazione Centrale di Milano. A Novate una gang picchia le guardie e i controllori

Razzie, rapine e aggressioni Weekend di paura sui treni

Erano pronte a fare razzia di portafogli nelle valigie dei turisti in stazione Centrale, la Polfer le ha colte sul fatto. Sabato intorno alle 20 gli agenti della squadra di polizia giudiziaria, durante un servizio anti borseggio, hanno arrestato cinque donne bosniache e croate tra i 25 e i 40 anni, tutte incinte. Sono accusate di tentato furto aggravato.

La Polfer le aveva notate mentre - appostate - tenevano d'occhio una famiglia asiatica. Le borseggiatrici si erano divise in due gruppetti e dopo un cenno di intesa hanno circondato i turisti in attesa di entrare nell'area binari per salire sul treno. Approfittando di un momento di distrazione, le donne sono riuscite a rovistare nei bagagli. A quel punto gli agenti sono intervenuti e sono scattate le manette. Hanno anche scoperto che a carico di una delle donne pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Roma di oltre quattro anni e tre mesi di carcere.

Il fine settimana sui treni di Milano e dintorni è stato di nuovo un bollettino di guerra. Aggressioni a passeggeri e ferrovieri sono state denunciate anche negli scorsi giorni, ultime in ordine di tempo di una lunga serie registrata nelle passate settimane. Un altro grave episodio alla stazione di Novate Milanese nella notte tra venerdì e sabato. Intorno all'una gli agenti della Polfer della sottosezione di Milano Bovisa sono intervenuti dopo la segnalazione di diverse aggressioni nate da una rapina. La vittima era un giovane milanese, finito nel mirino di una banda formata da almeno quattro ragazzi. Il rapinato era a bordo di un treno regionale insieme agli aggressori, che gli hanno portato via il portafogli. Il giovane ha subito chiesto aiuto alla guardia giurata in servizio sul convoglio. Il vigilante ha ordinato al gruppo di restituire quello che avevano preso, ma loro hanno negato ogni cosa. È quindi intervenuta la Polfer. Ma quando il treno è arrivato alla stazione di Novate la gang ha tentato di scappare, spalleggiata da un altro gruppo di loro amici. Per fuggire i giovani hanno aggredito sia la guardia giurata, sia il capotreno, sia il resto del personale ferroviario arrivato per dare manforte. I poliziotti sono riusciti a fermare due dei ragazzi, entrambi minorenni, che sono stati denunciati per rapina, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Un terzo aggressore, anche lui minorenne, è stato invece denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale. Ha infatti tentato di ostacolare il lavoro degli operatori di polizia per difendere i propri amici.

«Novate? Sembra la trama di un film, invece la realtà che ogni giorno e notte chi frequenta treni e stazioni è costretto a subire - dichiara l'assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato -. Continuiamo quindi a richiedere al ministero della Difesa che vengano inviati i militari e che si cominci finalmente a presidiare i convogli e le stazioni».