Occhio alla tecnica dell'adesivo: così vi ripuliscono casa vostra

Il blitz delle forze dell'ordine questa mattina all'alba: fermati 7 georgiani ed un cittadino straniero di nazionalità egiziana, presunto ricettatore del gruppo

Sono finalmente finiti in manette i membri di una banda criminale specializzata in furti, gruppo che era solito agire all'interno di abitazioni ubicate nelle zone più centrali della città di Milano. I soggetti, tutti di nazionalità stranieria, sono stati fermati e tratti in arresto proprio all'alba di questa mattina dagli agenti della polizia di Stato, che hanno reso effettivo il provvedimento di misura cautelare di fermo per indiziato di delitto emessa dalla procura della Repubblica.

Ad essere raggiunti dagli uomini delle forze dell'ordine, nel corso delle prime ore di questa mattina, sono stati 7 individui di nazionalità georgiana, ai quali si è poi aggiunto anche un altro straniero di origini egiziane. Tutti quanti sono stati messi in stato di fermo con l'accusa di furto in abitazione.

La banda, stando a quanto ricostruito dalle indagini portate avanti dagli uomini della Squadra mobile, coordinati dal procuratore aggiunto della Repubblica di Milano Laura Pedio e dal pubblico ministero Francesca Crupi, si era resa responsabile di numerosi furti, compiuti specialmente nel centro cittadino del capoluogo lombardo. Il gruppo, denominato in fase di investigazione dagli inquirenti come "la banda di georgiani", era solito fissare il proprio obiettivo tramite la cosiddetta "tecnica dell'adesivo", che consiste nel posizionare appunto una piccola striscia adesiva sul campanello dell'abitazione prescelta e verificare se la stessa venga rimossa o meno in breve tempo dal proprietario dell'appartamento in questione. Qualora ciò non avvenga, i topi di appartamento, convinti che il proprietario sia assente da casa, si sentono quindi liberi di agire indisturbati.

Secondo quanto riferito dalle autorità locali, agendo in questo modo i criminali si sono resi protagonisti di numerosi furti in questi ultimi mesi. Nel corso delle perquisizioni effettuate durante il blitz all'alba, gli uomini della Squadra mobile sono riusciti a rinvenire un vero e proprio tesoro, costituito da un ingente quantitativo di orologi e gioielli di pregio (alcuni di questi nascosti all'interno di un freezer), e da una importante somma in denaro in contanti. A compiere concretamente i furti erano gli individui di nazionalità georgiana, mentre l'egiziano avrebbe svolto l'importante ruolo di ricettatore. Spettava infatti al nordafricano il compito di rivendere in brevissimo tempo gli oggetti preziosi dei quali i suoi complici si erano illecitamente appropriati. I soggetti, ancora in attesa di giudizio, sono stati identificati e si trovano adesso a disposizione dell'autorità giudiziaria presso il tribunale ordinario di Milano.

In seguito alle dichiarazioni rilasciate dalla questura, si sono aggiunti nuovi dettagli. I criminali utilizzavano delle fascette di plastica trasparente, infilate nella fessura della porta dell'abitazione presa di mira, per sapere se in casa si trovassero o meno i proprietari (altre volte sono stati utilizzati frammenti di bottiglia o filtri di sigarette). Una volta avuto il via libera, la banda entrava in azione. I malviventi utilizzavano auto a noleggio per spostarsi nel centro di Milano e raggiungere gli appartamenti. Le rapide indagini degli inquirenti, iniziate a fine luglio, hanno portato al recupero di buona parte della refurtiva, che sarà restituita. Dopo aver identificato il primo membro della banda, gli uomini della mobile hanno individuato anche le tre vetture noleggiate, sulle quali sono state installati dei dispositivi per intercettazioni ambientali. Proprio grazie alle intercettazioni, gli investigatori hanno scoperto che i soggetti, soddisfatti di quanto accumulato in questi mesi, stavano per fare ritorno nei loro paesi di orgine dato che il periodo delle vacanze estive delle possibili vittime era ormai giunto a conclusione. Stamani il blitz: 5 soggetti sono stati rintracciati all'interno dei loro domicili, 2, invece, si trovavano nel ritrovo della banda, il parco di Piazza Aspromonte.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

bernardo47

Gio, 08/10/2020 - 12:28

bene, ficchiamoli dentro e buttiamo via la chiave!

Ritratto di Adespota

Adespota

Gio, 08/10/2020 - 12:42

In tempi di covid aver qualcuno che ripulisce per bene e sanifica l'ambiente da possibili gioielli, preziosi o denaro è una vera fortuna...

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 08/10/2020 - 13:22

Ma questi georgiani ed egiziani sono migranti scappati dalle guerre? Hanno diritto di stare in Italia?

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 08/10/2020 - 13:27

Diciamola tutta, si sentono liberi e indisturbati perchè operano in Italia dove le leggi, in proposito sono risibili e i magistrati "accomodanti". Servirebbe un intervento legislativo che comminasse minimo 10 anni di carcere senza alcuna possibilità di uscire prima di fine pena.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Gio, 08/10/2020 - 13:37

Adesso un giudice benevolo li mette fuori dicendo che avevano bisogno di rubare per mangiare.

Malacappa

Gio, 08/10/2020 - 13:47

A questi delinquenti al massimo gli danno arresti domiciliari dove scapperanno per continuare la loro attivita'delittiva

sparviero51

Gio, 08/10/2020 - 13:48

GLI UNICI CHE “ MOVIMENTANO “ IL MERCATO !!!

timoty martin

Gio, 08/10/2020 - 13:51

Ed ora che succede?? dovremo mantenere questi delinquenti o giudici finalmente più capaci sapranno farli rispedire nel loro paese???

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 08/10/2020 - 13:57

Questi clandestini sono già fuori.Un magistrato anti Italiani ha già emesso la sentenza,devono mangiare. Vergognosi.Regards

maurizio50

Gio, 08/10/2020 - 14:13

La questione è sempre e soltanto una: l'Italia è la Mecca per tutti i farabutti del mondo. Indagini lente perchè c'è l'obbligo del coordinamento con l'Autorità Giudiziaria; processi lenti,; pene sempre troppo blande,; scarcerazioni facili. Tutto ciò fa sì che gli avanzi di galera si ritrovano da noi meglio dei bambini a Disneyland. Ma il Capo dello Stato, a parte tagliare nastri e fare prediche trite e ritrite, si occupa di qualcosa di più serio????

ilbelga

Gio, 08/10/2020 - 14:30

a proposito: vi siete mai chiesti perché nel nostro paese ci sono circa un centinaio di etnie diverse???una risposta l'avrei, ma mi piacerebbe sentire il parere di un tecnico. cosi, tanto per confrontare le nostre idee.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 08/10/2020 - 14:33

^(*@*)^ Quante centinaia e centinaia di colpi hanno fatto prima d’essere beccati così prontamente !!??

bernaisi

Gio, 08/10/2020 - 14:38

li lasceranno subito liberi in quanto ci stanno pagando le pensioni e trasmettendo la loro immensa cultura

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Gio, 08/10/2020 - 14:44

@pulicit, non hanno bisogno di rubare visto che costano 35 euro al giorno: dove finiscono quesi soldi?

titina

Gio, 08/10/2020 - 15:05

Che intelligentoni. molte persone anziane non escono per giorni e giorni, non solo per il Covid, ma abitualmente.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 08/10/2020 - 15:07

preziose risorse della sinistra che tra l'altro scappano dalla guerra e che vengono qui per pagarci la pensione e la sanità

Gion49

Gio, 08/10/2020 - 15:26

Banda presa e........ rilasciata. Inutile illudersi questi delinquenti sono bene informati e prediligono l'Italia perché la sinistra con la scusa del sovraffollamento ha svuotato le carceri e il codice penale in perfetta sinergia con la mamaggioranza dei giudici. Quindi venire a delinquere da noi non si rischia nulla.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 08/10/2020 - 15:56

@maurizio50 - analisi perfetta. Nessun sinisrto a contestare?

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 08/10/2020 - 16:07

Anche io ho trovato non il nastro adesivo,ma strani segni sul campanello.Dopo 24 ore dal ritrovamento hanno svaligiato l'appartamento del mio vicino di casa.Giuro su Dio che non ho sentito nulla.Nessun rumore,nulla di nulla.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 08/10/2020 - 16:08

Quanti di questi galantuomini hanno il permesso di soggiorno per motivi "umanitari" (scappano dalla guerra)? Pidioti insulsi.

barnaby

Gio, 08/10/2020 - 17:09

the RedPill, secondo il nostro sgoverno hanno diritto di stare in Italia e di circolare nelle nostre abitazioni. Vedrà che li condanneranno mandandoli ai domiciliari nel parco.

batpas

Gio, 08/10/2020 - 17:35

E' vero che ci sarà il bonus per gli adesivi ?

batpas

Gio, 08/10/2020 - 17:41

Anche questi per pagarci la pensione ? Qualcuna dixit.

Marcbe

Gio, 08/10/2020 - 17:42

La malagiustizia italiota palamaresca li rimetterà subito in circolazione

Seawolf1

Gio, 08/10/2020 - 17:48

Chissà come mai tanti stranieri vengono proprio in Italia per rubare...

sbrigati

Gio, 08/10/2020 - 18:38

Come mai ancora nessuno incolpa l'opposizione, Salvini in particolare?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 08/10/2020 - 19:09

Non ho capito la tecnica. Ma perchè quando uno rientra a casa o rimane a casa si guarda il proprio campanello? Che necessità è quello di controllare il campanello. Uno entra in casa con le proprie chiavi, almeno noi facciamo così siamo in tre, tre chiavi, non ci suoniamo e nemmeno ci cantiamo (haha che ridere!).

SiNoForse2021

Ven, 09/10/2020 - 13:06

Non serve la tecnica dell'adesivo dove le cassette della posta sono poste (per legge) all'esterno dell'edificio e chi distribuisce i volantini anziché metterli nell'apposita cassetta condominiale per la pubblicità le inserisce nelle singole cassette, con particolare attenzione, facendo fuoriuscire il volantino a metà.

Ritratto di francescoromanaccio

francescoromanaccio

Ven, 09/10/2020 - 14:16

Venite, venite stranieri, qui in Italia potete rubare a piacimento e se vi prendono, dopo poco vi mettono fuori, approfittate, approfittate.