«Sala ci rispetti e mantenga le promesse»

Marta Bravi

Daniele Vincini, segretario regionale del Sulpm, in prima fila nella battaglia contro il badge per la polizia locale, il sindaco Beppe Sala ha detto di considerare «ingiusto» uno sciopero proprio nei giorni caldi per Milano...

«Noi avevamo avvertito il vicesindaco già a luglio che su questo avremmo fatto battaglia. È stato inopportuno da parte del Comune sfidarci in questa maniera».

Cioè?

«Sono vent'anni che cerchiamo di far riconoscere il nostro status di forza di polizia, non solo sulla carta. Polizia e Carabinieri non timbrano il cartellino perché optano per la velocità dell'intervento, il badge ingessa il sistema e rallenta l'operatività».

Vi sentite sotto controllo? Sala dice che dovreste sentirvi trattati come tutti gli altri...

«Abbiamo un sistema di controllo incrociato delle presenze, così efficace tanto che abbiamo il 4,2 per cento di assenteismo, il tasso più basso d'Italia».

Il vicecapogruppo di Fi De Chirico sostiene che il cartellino servirà a evitare che il Comune ogni anno spenda 17 milioni di euro di straordinari..

«Noi facciamo gli straordinari perché siamo sotto organico, aspettiamo l'assunzione di 300 agenti come il sindaco ha promesso».

Centrodestra e centrosinistra invocano un atto di responsabilità...

«Noi chiediamo a Sala un atto di responsabilità: venga a trovarci per capire le nostre motivazioni, che le amministrazioni precedenti hanno sempre rispettato».

Commenti