San Raffaele, trovato l'accordo: salvi i 244 lavoratori a rischio

Ospedale e sindacati hanno siglato l'intesa all'alba. Posti di lavoro garantiti fino a dicembre 2014

È stato trovato all'alba l’accordo - che verrà ratificato il 16 maggio - sul salvataggio dell’ospedale San Raffaele che permette di mantenere il posto di lavoro fino alla fine del 2014 ai dipendenti che rischiavano il licenziamento. Verranno inoltre reintegrati i lavoratori che erano già stati licenziati.

"L’accordo prevede - spiega Angelo Mulè, delegato Unsi Sanità - il reintegro dei 64 lavoratori che avevano già ricevuto la lettera di licenziamento dall’azienda e la sospensione di qualunque altra procedura di licenziamento collettivo fino a dicembre 2014". Nell’intesa, inoltre, non si parla di passaggio del contratto dalla sanità pubblica a quella privata. In cambio i lavoratori si rendono disponibili a decurtazioni dello stipendio che "in media si aggireranno sul 9%".

"Missione compiuta", scrive su Twitter Roberto Maroni, "Premiato grande lavoro di mediazione della Regione con l’assessore Valentina Aprea".

Nel frattempo il ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza, è giunta da pochi minuti in Prefettura per un vertice sulla vicenda dell’ateneo del San Raffaele, e dell’annessa Università Vita e salute.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.