Scia di sangue sui Navigli, accoltellati assistente universitario e studente

Due giovani di 26 e 28 anni sono stati colpiti a pochi minuti di distanza tra loro. Nonostante i dubbi iniziali, le prove hanno stabilito che i due episodi sono collegati

Scia di sangue sui Navigli, accoltellati assistente universitario e studente

Nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13 maggio, nella zona Navigli, due aggressioni in pochi minuti di distanza tra loro hanno sconvolto la comunità. Inizalmente i carabinieri avevano ipotizzato un collegamento tra i due casi, il racconto di alcuni testimoni ne ha confermato la connessione. I due infatti si trovavano a poca distanza l'uno dall'altro.

Il primo accoltellamento è avvenuto intorno alle 4.40, lungo l'Alzaia Naviglio Grande all'altezza del civico 98. La vittima è un 26anne che è stato raggiunto da un fendente sulla parte inferiore della schiena. Allertati, sono accorsi sul posto i carabinieri e i soccorsi che hanno trasportato in codice giallo il giovane all'Humanitas di Rozzano. Attualmente le sue condizioni sembrerebbero stabili.

Più grave invece il secondo ragazzo di 27 anni a cui sono state sferrate delle coltellate al torace. Giunto sul posto, il personale del pronto intervento ha trovato il giovane accasciato a terra con una profonda ferita. Soccorso, è stato portato d'urgenza al Policlinico, dove si trova tuttora sotto osservazione. Le sue condizioni sono apparse subito critiche, ma stanno facendo il possibile per alleviare i danni.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, pare che i due si conoscevano e si trovavano insieme quando è avvenuto l'accaduto. Il 27enne è l'assistente di un professore dell'Università di Lipsia, l'altro è uno studente tedesco dello stesso ateneo. Entrambi si trovavano nel parcheggio di un locale, quando, secondo i racconti dei testimoni, il docente ha cominciato a discutere con una donna che al momento gli agenti stanno cercando. Nel bel mezzo della lite sarebbe arrivato un uomo di circa 50 anni, trasandato e probabilmente sotto effetto di sostanze, che avrebbe prima ferito alla spalla il tedesco che stava cercando di mettere pace e poi ha sferrato alla schiena dell'assistente un colpo d'arma bianca.

A quel punto i due giovani hanno cercato di mettersi in salvo seguiti dall'uomo e dalla donna finché l'italiano non si è accasciato a terra, vicino Ripa Porta Ticinese, a seguito della profonda ferita. Lì i soccorsi hanno trasportato i due negli ospedali limitrofi.

Sull'episodio stanno indagando i carabinieri e il nucleo investigativo di Milano per cercare di identificare gli aggressori.

Commenti