Scuole a maggioranza straniera a Milano. La Sardone: "Trovare dei correttivi, no alle classi ghetto"

Nelle periferie di Milano sono molte le scuole in cui la percentuale di studenti stranieri supera quella degli italiani

Silvia Sardone, consigliere comunale di Milano ed europarlamentare, ha effettuato un'interrogazione in merito al sistema scolastico locale, per fare il punto su una situazione che rischia di diventare a breve insostenibile. Il riferimento è al numero di studenti stranieri presenti negli istituti della periferia di Milano, che negli ultimi anni sono in costante aumento. Una situazione che, di fatto, rischia di inficiare il corretto svolgimento del programma scolastico. Una penalizzazione sia per gli studenti italiani che per quelli stranieri.

"In 39 scuole elementari (27) e medie (12) di Milano oltre il 50% degli alunni iscritti è di nazionalità straniera: l'anno scorso erano 36, l'anno prima ancora 28, il trend è in continua crescita e vanno necessariamente trovati dei correttivi perché la classi ghetto sono un danno per tutti", ha spiegato Silvia Sardone nella replica alla risposta dell'interrogazione 1799 "presenza alunni stranieri". La consigliera ha sottolineato come ci siano istituti scolastici in cui è prevalente la presenza straniera rispetto a quella italiana. Si tratta evidentemente di una situazione che va a inficiare il metodo di apprendimento, "considerato soprattutto che diverse etnie, i cinesi su tutti, in famiglia continuano a parlare la lingua d'origine e ciò non può che contribuire al rallentamento dell'apprendimento dell'italiano che va a discapito di tutti".

Ma oltre alle scuole nelle quali c'è prevalenza di studenti stranieri, ci sono anche quelle in cui la percentuale supera comunque il 30% e sono molto numerose. Silvia Sardone parla addirittura di 65 elementari e 40 medie. "In cima alla classifica delle scuole elementari a maggioranza straniera troviamo quelle di via Paravia (94%), via Gasparri (80%), via Ravenna (75%), via Crespi (75%), via Dolci (72%), via Polesine (71%). Tutti quartieri periferici della città come San Siro, Corvetto, Comasina, dove la percentuale di immigrati è altissima e ovviamente si riflette anche negli istituti", prosegue. Il dato della scuola elementare di Paravia è sorprendente: quasi la totalità degli studenti non sono italiani. La situazione non è molto diversa nemmeno nelle scuole medie, dove l'istituto a magiore prevalenza straniera è sempre quello di via Paravia, con l'80%.

"Denunciare questi numeri, che rischiano ogni anno di diventare sempre più insostenibili, non è affatto razzismo come dirà sicuramente qualche esponente della sinistra che oltre i Bastioni non mette il naso. È invece una fotografia reale delle nostre scuole, dove il livello dell'istruzione – fondamentale soprattutto nei primi anni di scuola – rischia di scivolare sempre più in basso", chiude Silvia Sardone. La situazione delle periferie di Milano non è facile. In alcune aree si sono creati quasi dei ghetti, che non aiutano nell'integrazione. "Se siamo in questa situazione è anche a causa della creazione di quei quartieri ghetti prima sotto Pisapia e poi sotto di lui che hanno fatto scomparire la lingua italiana da strade, scuole e negozi", ha commentato la Sardone.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 16/02/2021 - 13:52

Oramai, potremmo dire dell'Italia "Ei fu siccome immobile". Ricordatevi 1-4 per loro. E giù assegni famigliari e bonus. Ed allora per quale motivo sono qui. Seguiamo Draghi, basta assistenza. Che le loro mogli vadano a lavorare invece di girare i mercatini con i passeggini e gli altri figli all'asilo pagato da noi. Non facciamo figli,....ed un chissenefrega? Per poi mandarli all'estero dopo che abbiamo speso per farli studiare!? Saranno sempre pochi quelli che pagheranno la pensione ma ci sarà più welfare. E ti credo che l'Inps è in debito.

Giorgio5819

Mar, 16/02/2021 - 14:13

...programma comunista di creazione di nuovo bacino elettorale per alimentare il degrado sociale.

lorenzovan

Mar, 16/02/2021 - 14:34

fare figli invece di andare a fare la settimana bianca ??

lorenzovan

Mar, 16/02/2021 - 14:36

do ut des..e il welfare chi te lo paghera' ?? i pensionati dei giardinetti e gli imprenditori dal nero nei paradisi fiscali ?'

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 16/02/2021 - 15:38

@lorenzovan - a fare la settimana bianca ci pensa solo i ltu oamico @schiaccia rayban. Fare figli e no navere lavoro, lo fann ogià gli extra-comunitari e clandestini che ci avete portato. Quindi su questo argomento non potete lamentarvi. Il problema che a breve ci sarà una vera sostituzione etnica. Basterebbero 5 anni di Lamorgese e l'operazione giunge al termine. Poi, con le figliate che fanno, faranno in fretta. Ma non pensare a dare benefici agli italiani, perchè ci cacceranno via. Verremo da te in Portogallo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 16/02/2021 - 15:39

@lorenzovan ore 14:36 - ma tu non sei uno di quelli che hai citato? Visto che stai all'estero dovrebbe levartela prima a te lapensione.

Santorredisantarosa

Mar, 16/02/2021 - 15:43

QUESTA E' LA POLITICA MARTELLANTE DELLA SINISTRA ANNI '70 O MEGLIO FINE ANNI '70 CHE INVOGLIAVANO ALL'ABORTO ALL'UTERO E' MIO E LO GESTISCO IO, MEGLIO LA CARRIERA CHE ESSERE MADRI. UN PIANO ARTICOLATO, PIANIFICATO E BEN APPLICATO CON I MEZZI POLITICO-TELEVISIVO DELLA SINISTRA HA PORTATO INEVITABILMENTE A QUESTO, COME AVEVO DETTO E PREVISTO UN SINDACALISTA E PERSONA CORRETTA E ONESTA DELLA CISL, UN GIORNO NON NASCERANNO BAMBINI. AVEVA RAGIONE. SINDACALISTA DELLA CISL SETTORE MINISTERO DELLA DIFESA.

GuglielmoCrollalanza

Mar, 16/02/2021 - 15:57

Riusciamo a trasformare ogni realtà in un problema irrisolvibile. Causa è l'atavica incapacità degli italiani di organizzare situazioni che coinvolgono milioni di persone. È sempre accaduto così: la prima e la seconda guerra mondiale sono gli esempi più gravi ed eclatanti (ma anche 40 anni di Dc e 20 di italoforzuti). La Sardonica oltre ad individuare il problema dovrebbe anche, magari, proporre miglioramenti al di là delle baggianate per gli allocchi. Spero che i cinesi si comprino le incapaci istituzioni italiane e i politici a pulire le strade

ulio1974

Mar, 16/02/2021 - 16:30

poche balle. nelle prime lezioni di chimica ti insegnano che per ridurre la densità di una sostanza, o la diluisci o la diminuisci. quindi: o si fa in modo di aumentare i bambini italiani, o si fa in modo di diminuire i bambini stranieri.

giancristi

Mar, 16/02/2021 - 17:19

Ci vogliono consistenti premi per ogni figlio messo al mondo da donne italiane. Come fare? Questo è il problema.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 16/02/2021 - 19:39

So chiama Piano kalergi