"Soffocata con la parrucca". Quel cadavere nei campi e l'ombra del delitto

La vittima, Tunde Blessing, una ragazza nigeriana di 25 anni è stata ritrovata con le trecce della parrucca legate attorno al collo

Foto di repertorio
Foto di repertorio

Aveva le trecce della parrucca stretta al collo Tunde Blessing, una ragazza nigeriana di 25 anni, quando è stata rinvenuta cadavere nei campi di Mazzo di Rho, in provincia di Milano. Sul corpo non ci sarebbero stati segni di violenza ma gli investigatori che indagano sul caso non escludono l'ipotesi di un delitto. Forse, riferisce il quotidano Il Giorno, un omicidio. Ma chi avrebbe ucciso Tunde? E soprattutto, perché lo avrebbe fatto?

Il mistero del cadavere

Tunde Blessing, una nigeriana di 25 anni, era sparita lo scorso 3 maggio. O almeno sarebbe quella l'ultima volta che una sua cara amica, con la quale peraltro condivideva l'appartamento di Novara, l'avrebbe sentita al telefono. La giovane, in quella circostanza, aveva riferito di trovarsi a Rho - in provincia di Milano - per acquistare una borsa. Poi, però, non si era fatta più viva. Dunque, allarmata dal silenzio prolungato della 25enne, la coinquilina ne aveva denunciato la scomparsa lo scorso 7 maggio. Una settimana dopo, la notizia choc.

Il corpo senza vita di Tunde è stato ritrovato nei campi di Mazzo di Rho durante le prime ore della mattinata di ieri. A notare il cadavere tra i cespugli è stata una residente che era spasso con il proprio cane. La venticinquenne, che lavorava come prostituta nell'ihinterland milanese dal 2017, era vestita. Ma c'è un dettaglio che non è sfuggito agli investigatori: attorno al collo aveva legate le trecce di una parrucca che era solita indossare. Tuttavia, da una prima ispezione cadaverica, non risulterebbero segni di violenza. Cosa è accaduto a Tunde?

L'ipotesi di un delitto

Le indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano, coordinate dal pm di Milano Grazia Colacicco, non escludono che la donna possa essere stata soffocata. Tuttavia, al vaglio degli inquirenti c'è anche l'ipotesi di un suicidio che, se fosse confermato, sarebbe davvero insolito. La pista del soffocamento è stata avanzata dal medico legale al termine della prime osservazioni sul cadavere: il decesso sarebbe avvenuto circa una decina di giorni fa. Ad ogni modo, sarà l'autopsia ad accetare le circostanze esatte della morte.

In attesa di risvolti, i militari dell'Arma hanno perquisito l'appartamento di Novara, dove viveva la giovane, senza però rinvenire elementi utili alle investigazioni. Cosa ha fatto Tunde dopo quell'ultima telefonata all'amica? È morta subito o dopo qualche giorno? Se fosse vera l'ipotesi di un omicidio, chi l'avrebbe uccisa? E soprattutto, perché? Tanti, troppi dubbi ancora e poche certezze per un delitto dai contorni macabri.

Commenti