Stop a Linate: da lunedì si vola dal T2 di Malpensa, chiuso il Terminal 1

Sea ha modificato temporaneamente l'operatività degli aeroporti milanesi dopo il via libera del ministro De Micheli al piano di riorganizzazione degli scali italiani causato a livello globale dall'emergenza coronavirus

Chiusura temporanea per l’aeroporto di Milano Linate a partire da lunedì 16 marzo che garantirà i soli voli di emergenza sanitaria e trasporto organi e collegamenti spostati a Milano Malpensa dove si parte e si arriva solo al Terminal 2: qui confluirà anche il traffico del Terminal 1 che è anch'esso provvisoriamente chiuso. Dopo la firma del decreto da parte del ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Paola De Micheli, ha preso il via il piano di ridimensionamento, con quelli milanesi, anche gli scali italiani. Via libera atteso dopo lo “tsunami dei cieli” globale causato dall’emergenza coronavirus che ha provocato un’ondata di blocchi dei voli, chiusure e tagli ai collegamenti rimasti operativi con il conseguente crollo dei passeggeri che ha coinvolto in particolare l’Italia.

La richiesta era stata avanzata dall’Enac, l’Ente nazionale di aviazione civile su richiesta dei gestori degli scali che ha proposto una “configurazione minima” del sistema aeroportuale che fosse comunque in grado di garantire la mobilità del trasporto aereo sul territorio nazionale. A rimanere aperti saranno gli scali di Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Tessera. Chiusura temporanea che per tutti gli aeroporti interessati parte da questo sabato, 14 marzo ad esclusione di Milano Linate. In tutti gli aeroporti verranno comunque garantite alcune attività tra cui le esigenze operative di voli cargo e posta, voli di Stato, enti di Stato, emergenza sanitaria o di emergenza di altro tipo. Anche gli aeroporti di sola aviazione privata dovranno limitare la propria attività.

Per quanto riguarda la chiusura temporanea di Linate che a gennaio, prima della crisi, aveva registrato 9.041 movimenti (atterraggi e decolli) e 643.430 passeggeri, Sea ha riorganizzato l’attività a Malpensa dopo che aveva già dovuto chiudere uno dei tre Satelliti del Terminal 1 e easyJet ha cancellato i voli della sua base al Terminal 2 chiedendo tra l’altro, la cassa integrazione per i suoi 1.496 dipendenti in Italia, di cui 932 a Malpensa.

"In particolare, almeno, in un primo momento, - rende noto la società di gestione degli aeroporti di Milano - il traffico passeggeri sarà concentrato sul Terminal 2 di Milano Malpensa al fine di contenere al minimo il numero di persone e mezzi nelle attività operative a tutela della salute di tutti. Infatti, grazie a una significativa riduzione del personale impiegato, si limiteranno al massimo il numero di contatti e del rischio di contagio ad esso associato".

Sea spiega anche i motivi che hanno portato alla chiusura di Linate. Il primo è che il “Forlanini” ha un’unica pista di volo di lunghezza insufficiente a garantire l’operatività di aeromobili wide-body utilizzati per le rotte di lungo raggio. Il secondo è l’attuale regolamentazione di accesso allo scalo che esclude la possibilità di servire destinazioni extra-Ue e di operare con aeromobili a doppio corridoio. Malpensa è anche l’unico scalo in grado di garantire l’operatività del cargo grazie alle sue infrastrutture - piste, piazzali aeromobili e magazzini - ed è strategico anche in questa fase di gestione dell’emergenza.

Al termine della fase di emergenza - spiega ancora Sea - ci sarà un graduale recupero dell’attività di volo “con una dinamica di volumi e portafoglio compagnie aeree-destinazioni ancora non prevedibile. Malpensa, in considerazione della possibilità di servire ogni tipologia di aeromobile e di destinazione e della possibilità di riattivazione per moduli delle infrastrutture, risulta la scelta più ponderata”. All’avvio della fase di ripresa, si prevede “la progressiva e flessibile riattivazione del Terminal 1 di Milano Malpensa e di Milano Linate in funzione della riprogrammazione dei voli da parte dei vettori”.

Tutte le informazioni su milanomalpensa-airport.com - informazioni per i collegamenti con il Malpensa Express su www.trenord.it

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 13/03/2020 - 13:08

Alitalia ha rivisto la sua decisione di sospendere i voli su Malpensa?

Frusta2

Sab, 14/03/2020 - 18:02

Leggo dal Vostro sevizio che da Linate , secondo l’attuale regolamentazione non possono essere utilizzati aerei con doppio corridoio ( A330, B767 per esempio). Peccato. Una volta si poteva. Si usavano meno aerei e quindi meno inquinamento.