Paura a Milano: in fiamme palazzo di 15 piani

Le fiamme hanno avvolto il palazzo, ormai gravemente compromesso. 11 ambulanze sono accorse sul posto per soccorrere i residenti

Va a fuoco un grattacielo di Milano, evacuate 70 famiglie: "Rischiava di precipitare"

Maxi incendio in un grattacielo di Milano, in via Giacomo Antonini al numero civico 32 e al 34. Un'alta colonna di fumo, visibile da più parti della metropoli, si è levata dal palazzo e sul luogo sono accorsi i Vigili del fuoco e i mezzi di soccorso per far fronte all'emergenza. L'allarme è scattato attorno alle 17.30 in un palazzo dove, stando a quanto si apprende, abitano circa 70 famiglie. L'incendio è partito da un palazzo alto 15 piani che è stato completamente avvolto dalle fiamme ma le fiamme hanno poi interessato anche il palazzo adiacente. Le operazioni di evacuazione sono ancora in corso. Da quanto si apprende dal sito di Areu, almeno una persona è rimasta coinvolta ed è stata soccorsa in codice giallo.

Sul posto si trovano 11 ambulanze, diverse auto mediche e numerose pattuglie della polizia di Stato che stanno seguendo le operazioni di evacuazione e gestione delle fiamme. È una corsa contro il tempo quella dei Vigili del fuoco per tentare di domare rapidamente le fiamme ed evitare ulteriori danni alla struttura, ormai gravemente compromessa. Stando alle prime informazioni le fiamme sarebbero partite dall'ultimo piano del grattacielo. Le fiamme si sono sviluppate sul lato sinistro dell'edificio e, da quanto si apprende dai soccorritori, hanno in parte consumato la muratura dell'edificio, che rischiava di precipitare nel parcheggio sottostante. L'edificio è avvolto da una densa coltre di fumo nero e gli uomini del soccorso stanno perlustrando lo stabile per capire se al suo interno siano ancora presenti persone da evacuare.

Oltre alla persona soccorsa in codice giallo, per il momento sono state 20 le persone che sono ricorse alle cure dei soccorritori. Fonti presenti sul posto riferiscono che sono tutti in buone condizioni, e non presentano sintomi di intossicazione. Nessuno ha avuto bisogno di un sostegno per gli spostamenti. Gli investigatori sono già al lavoro per capire quali possano essere state le cause scatenanti dell'incendio. I vigili del fuoco stanno sgombrando anche le abitazioni vicine, perchè il rogo ha fiamme alte; preoccupa anche la vicinanza di un impianto di distribuzione del carburante. Nel palazzo probabilmente erano in corso lavori di ristrutturazione come testimoniano le impalcature esterne. Non è escluso che sia partite di là l'incendio.

Nelle vicinanze del palazzo evacuato si trovava anche il cantante Morgan, che sui suoi social ha documentato la fuga, inquadrando le fiamme che iniziavano ad avvolgere il grattacielo. "Scappiamo, scappa", dice il cantautore con voce concitata a un amico, mentre i due iniziano a correre in direzione opposta alle fiamme. "Stavamo in casa ed è scoppiato un incendio a Milano. C'è un grattacielo che sta andando completamente a fuoco. È una cosa assurda, assurda. Stavamo per andare a fuoco anche noi ma stavamo nella casa di fianco", ha poi commentato Morgan in un altro video.

Commenti