Milano-Varese, violenze sessuali sul treno: presi i due aggressori delle ragazze

I carabinieri hanno fermato due uomini, un italiano e un nordafricano, presunti autori dell'aggressione ai danni delle ragazze

Milano-Varese, violenze sessuali sul treno: presi i due aggressori delle ragazze

Sono stati fermati i due presunti aggressori delle ragazze avvicinate e molestate sessualmente nella notte tra venerdì 3 e sabato 4 dicembre, una a bordo del treno che viaggiava sulla linea ferroviaria S5 Milano-Varese, l'altra in stazione a Venegono Inferiore.

Le giovani, entrambe 22enni, sono state prese di mira dalla coppia di uomini in due momenti diversi, ed una volta soccorse hanno avuto necessità di ricevere cure mediche. Nello specifico, una delle ragazze è stata vittima di violenza sessuale, mentre nei confronti dell'altra ci sarebbe stato, per fortuna, solo un tentativo. La caccia all'uomo, dopo la denuncia, è scattata immediatamente.

Nel corso della giornata di oggi, stando a quanto rivelato da alcune fonti investigative, i due presunti colpevoli sarebbero stati identificati grazie al lavoro degli uomini della squadra mobile di Varese, che hanno condotto le indagini sotto il coordinamento della procura della Repubblica di Varese. Si tratterebbe di due giovani, un italiano e un nordafricano, individuati grazie alla dettagliata descrizione delle vittime ed alle immagini estrapolate dai video registrati dalle telecamere di sorveglianza. Ad occuparsi del fermo i carabinieri, che hanno rintracciato i soggetti nella provincia di Varese. Sarà ora la procura della Repubblica ad esprimersi in merito.

Nel frattempo la polizia locale ha deciso di attivare dei servizi di controllo sulla linea Laveno-Treviglio ed altre linee, così da monitorare la situazione. Ad annunciarlo è stato l'assessore regionale lombardo Riccardo De Corato, che ha espresso molta preoccupazione per la vicenda. "Solidarietà alle due ragazze che venerdì sera sono state aggredite sessualmente da due uomini, probabilmente stranieri, mentre viaggiavano sulla linea ferroviaria Milano-Varese", ha dichiarato, come riportato da Agi. "Quanto accaduto riporta alla ribalta il tema della sicurezza sui convogli, soprattutto negli orari serali", ha aggiunto.

L'episodio è stato commentato anche dal leader della Lega Matteo Salvini, da sempre in prima linea quando si parla di sicurezza: "Due ragazze violentate, due stranieri ricercati. Ma per la sinistra il 'cattivo' sono io perché ho combattuto (e sempre combatterò) l'immigrazione di massa".

Commenti