Vittorio Gregotti, l'archivio pubblico sarà al Castello

Con delibera di Giunta, il Comune ha accettatola proposta di donazione dell'archivio dello Studio d'architettura Gregotti Associati: si tratta di decine di migliaia di pezzi, tra cui plastici, foto, corrispondenza e circa 44mila disegni progettuali originali,che documentano la straordinaria attività di uno dei più importanti e prestigiosi studi d'architettura a livello internazionale, dal 1953 al 2002. Oltre 800 progetti di interventi di architettura, urbanistica, arredamento, paesaggio, disegno industriale e grafica, realizzati a Milano, in Italia e in molti Paesi del mondo, diventeranno così un patrimonio a disposizione di tutti. «Un grazie vero e di cuore a Vittorio Gregotti: - ha dichiarato la vicesindaco con delega all'Urbanistica Ada Lucia De Cesaris - si tratta diuna donazione straordinaria, un contributo alla cultura e alla storiadell'architettura». L'archivio sarà ospitato in una prima collocazione nella prestigiosa Sala Sforzesca del Castello, dove sarà inventariato a cura del C, Centro dialti studi sulle arti visive. Nelle prossime settimane inizierà il trasferimento del materiale ed entro la fine dell'anno l'archivio sarà fruibile gratuitamente previo accredito. Il valore della donazione è statoquantificato in 2 milioni e 800 mila euro.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento