Un minifestival dedicato ai dj

Attenzione alla qualità e all'innovazione sono le parole chiave del primo festival delle arti elettroniche, in programma da domani allo Spazio Roma di viale di Tor di Quinto. «Get numb» - questo il titolo della manifestazione, alla lettera «Lasciati intorpidire» - porterà negli oltre 4mila mq dell’area i migliori deejay indipendenti del panorama italiano e internazionale. Al loro fianco, tre nomi che hanno rivoluzionato il genere: Benga, uno dei deejay più richiesti al mondo; Noisia, il collettivo con cui si sono remixati» anche i Prodigy e Moby; Plaid, il duo britannico che ha al suo attivo anche collaborazioni con Björk. Per chi ama il genere si profila una notte da non perdere, a base di dubstep, drum ’n’ bass, minimal ed elektro, tradotte in simultanea nelle immagini dei veejay che cureranno la coreografia dell'evento. Tra gli altri, si può qui anticipare il set di C-Horn che, facendo incontrare i segnali di due telecamere attraverso un mixer video con grafiche generate dal vivo, accompagnerà gli artisti in scena. Su di un secondo palco, poi, si esibiranno i più importanti esponenti del panorama esordiente italiano nel genere dubstep/d'n'b: per citarne solo alcuni, Dub Spencer Korea Dubstep, Noxius, Intiman, Los Dospesados e Aeph. Si svolgerà anche una serrata di mix fra deejay e live set. Spazio Roma, Viale di Tor di Quinto 57/b, ore 22-03. Biglietto 10 euro.

Commenti

Grazie per il tuo commento